A pranzo da Piada Tosta, ambiente dinamico, insalate leggere e saporite

Una giornata calda di fine maggio e un pranzo con la sorella, da fare al volo. Siamo nella zona di riferimento della sorella e quindi è lei che guida e decide dove andare a mangiare, finiamo così da Piada Tosta, che mi piace e mi convince sin dal ciao. In via Sant'Antonio da Padova 14/b, il locale è piccolo, ma accattivante, propone lunghi tavoli con sgabelli, tavolini da 4 e anche da 2; tutto parla di green e di riciclo. La decorazione, così come i contenitori delle bottigliette dei condimenti, per esempio, sono realizzati con i tubi di cartone che contenevano i lucidi dei progetti, arrivati dalla precedente vita del proprietario, un ingegnere che ha deciso di voltare pagina; in alto, una bicicletta appesa al soffitto, fa pensare a uno stile di vita sostenibile; le tasche posteriori dei jeans sono diventate tanti quadri che coprono allegramente una parete. L'ambiente introduce alla filosofia dei piatti, con ingredienti stagionali, ben abbinati e di qualità. Nella stagione f

All'Archivio Storico, due mostre (e un weekend) per la Festa delle Donne

La settimana della Festa della Donna inizia con l'apertura eccezionale dell'Archivio Storico di Torino, in via Barbaroux 32, che nel weekend 5-6 marzo 2022 propone anche due belle mostre. Torino e le donne. Piccole e grandi storie dal Medioevo a oggi racconta il lungo cammino delle donne per arrivare all'emancipazione e al riconoscimento dei propri diritti. "Una lotta condotta in modo nuovo e autonomo, al di fuori della tutela dei partiti tradizionali, collegata a precise rivendicazioni che, partendo dal quotidiano, hanno dato concretezza all'azione e coinvolto l'intera società" commenta il comunicato stampa. Lungo il percorso espositivo, 250 fotografie e documenti, che raccontano le battaglie politiche, la presenza femminile nelle arti, nella famiglia, nella cultura, l'esempio e il ruolo di donne forti e determinate come Liliana Segre e Rita Levi Montalcini. "Un'ampia sezione fotografica è dedicata alle artiste torinesi del cinema, della televisione, del teatro e della canzone, da Isa Bluette a Vera Carmi, da Giovanna Scotto a Margherita Bagni, da Rita Pavone a Luciana Littizzetto, da Maria Teresa Ruta a Carla Bruni e Valeria Bruni Tedeschi, giungendo infine alle stelle lanciate da Macario" continua il comunicato stampa.

Torino e le donne Torino e le donne

L'altra mostra che celebra la Festa delle Donne è insolita e curiosa: Le regine del tennis. Storie di campionesse agli inizi del Novecento. La direzione è sempre la stessa, il racconto e l'esempio di chi ha rotto gli schemi e i tabù della società, per affermare se stessa e vivere la propria vita. Suzanne Lenglen, ancora oggi, ben un secolo dopo le sue imprese, campionessa ammiratissima, Helen Wills e le italiane Lucia Valerio e Paola Bologna vengono seguite per raccontare come la loro passione per il tennis abbia portato alla "conquista del diritto delle donne di contare a pieno titolo nella società: lo sport muove i suoi primi passi sui prati verdi delle famiglie benestanti; la passione di giocatrici e pubblico porta quindi alla nascita del tennis professionistico femminile e a un radicale cambio dei costumi".

L'ingresso alle due mostre è gratuito, l'orario di apertura dell'Archivio Storico è sabato e domenica ore 14-19.

PS Negli spazi dell'Archivio anche la mostra Venti arcobaleno su Torino, che celebra il ventennale dall'apertura del servizio LGBT della Città di Torino.


Commenti