A pranzo da Piada Tosta, ambiente dinamico, insalate leggere e saporite

Una giornata calda di fine maggio e un pranzo con la sorella, da fare al volo. Siamo nella zona di riferimento della sorella e quindi è lei che guida e decide dove andare a mangiare, finiamo così da Piada Tosta, che mi piace e mi convince sin dal ciao. In via Sant'Antonio da Padova 14/b, il locale è piccolo, ma accattivante, propone lunghi tavoli con sgabelli, tavolini da 4 e anche da 2; tutto parla di green e di riciclo. La decorazione, così come i contenitori delle bottigliette dei condimenti, per esempio, sono realizzati con i tubi di cartone che contenevano i lucidi dei progetti, arrivati dalla precedente vita del proprietario, un ingegnere che ha deciso di voltare pagina; in alto, una bicicletta appesa al soffitto, fa pensare a uno stile di vita sostenibile; le tasche posteriori dei jeans sono diventate tanti quadri che coprono allegramente una parete. L'ambiente introduce alla filosofia dei piatti, con ingredienti stagionali, ben abbinati e di qualità. Nella stagione f

Passepartout, sei visite guidate nei posti segreti della Palazzina di Stupinigi

La Palazzina di Caccia di Stupinigi svelerà i suoi posti segreti e in genere mai aperti al pubblico in sei visite, da marzo a novembre, riunite con il nome Passepartout. L'appartamento di Ponente di Carlo Felice, gli spazi riservati alla servitù e, soprattutto, la cupola della Palazzina, culminata all'esterno dalla statua del cervo, sono i protagonisti delle visite.

Palazzina di Stupinigi

Si inizia nel weekend 26-27 marzo (replica il 5-6 novembre) con Le stanze chiuse del re, che porta alla scoperta dell'appartamento di Carlo Felice, non ancora restaurato e speculare all'appartamento di Levante; in questi spazi, affreschi, statue, lampadari per lo più settecenteschi, raccontano le trasformazioni del gusto e delle funzioni delle stanze. Dietro le porte segrete, il 24-25 aprile e il 29-30 ottobre, è dedicato alla vita della servitù, che si muoveva in passaggi e corridoi segreti per raggiungere facilmente e discretamente le diverse stanze private dei Savoia; si vedrà anche il quadro dei campanelli automatici, che darà un'idea di come si gestivano le richieste dei servizi. Sotto il cervo, il 28-29 maggio e il 24-25 settembre porterà sotto la cupola del padiglione centrale, da dove si gode di una vista a 360° sul territorio circostante e si legge meglio l'andamento concavo e convesso della residenza, ma, soprattutto, si vedrà la composizione architettonica del tetto, con la sua complessa orditura di legno.

Per partecipare alle visite guidate è obbligatoria la prenotazione entro il venerdì al numero di telefono 011 6200634; nei giorni già indicati, le visite si terranno alle ore 10.30, 12, 14.30 e 16. Per Dietro le porte segrete e Sotto il cervo i visitatori saranno dotati di caschetto di protezione; consigliati abbigliamento comodo e calzature basse; non è consentito l’accesso con borse e/o zaini ingombranti. Le visite sono limitate a un numero massimo di 10 persone. Il biglietto per Le stanze chiuse del re e Dietro le porte segrete costa 17 euro e comprende la visita guidata e l'ingresso a prezzo ridotto in palazzina; per Sotto il cervo costa 20 euro.


Commenti