A pranzo da Piada Tosta, ambiente dinamico, insalate leggere e saporite

Una giornata calda di fine maggio e un pranzo con la sorella, da fare al volo. Siamo nella zona di riferimento della sorella e quindi è lei che guida e decide dove andare a mangiare, finiamo così da Piada Tosta, che mi piace e mi convince sin dal ciao. In via Sant'Antonio da Padova 14/b, il locale è piccolo, ma accattivante, propone lunghi tavoli con sgabelli, tavolini da 4 e anche da 2; tutto parla di green e di riciclo. La decorazione, così come i contenitori delle bottigliette dei condimenti, per esempio, sono realizzati con i tubi di cartone che contenevano i lucidi dei progetti, arrivati dalla precedente vita del proprietario, un ingegnere che ha deciso di voltare pagina; in alto, una bicicletta appesa al soffitto, fa pensare a uno stile di vita sostenibile; le tasche posteriori dei jeans sono diventate tanti quadri che coprono allegramente una parete. L'ambiente introduce alla filosofia dei piatti, con ingredienti stagionali, ben abbinati e di qualità. Nella stagione f

Nell'Accademia del Panino, i sorprendenti e inaspettati sapori pop

Ho conosciuto l'Accademia del Panino su Instagram e mi ha incuriosito da subito per i suoi panini e per la passione con cui li racconta. Un paio di giorni fa, finalmente, l'occasione di assaggiarli e di apprezzarli anch'io, durante un aperitivo speciale (e le promesse delle fotografie e dei video che potete vedere sulle reti sociali sono ampiamente mantenute). Davanti a Palazzo Nuovo, il locale è minuscolo, ma ha un piacevole dehor in cui fermarsi a gustare i suoi prodotti.

Accademia del Panino Torino Accademia del Panino Torino

La serata è iniziata con i tre panini Ieri, oggi, domani, tutti diversi, per raccontare la storia e la ricerca di Luca Muolo, l'appassionato proprietario e anima dell'Accademia. Ieri è un tramezzino, da cui è in fondo partita la passione torinese per gli spuntini, il padre di tutti i panini; i suoi ingredienti sono roast beef, mozzarella, zucchine impanate e salsa verde. L'Oggi è un croissant salato con prosciutto cotto, una lama di mela, crema gentile e grana; Domani, il futuro, insomma, è un paninetto di alghe e acqua di mare, farcito da salmone affumicato, toma, polvere di caffè e guacamole. Tre panini diversi, che ripercorrono la storia del panino e dell'Accademia e che combinano gli ingredienti in forme che sembrano azzardate e invece si rivelano armoniose; sorprendentemente, ogni ingrediente rimane riconoscibile, mescolandosi agli altri sapori.

Poi arriva il panino "fai tu", che è la frase che Luca si sente ripetere sempre più spesso. I suoi menù propongono panini per tutti i gusti ed esigenze, vegetariani e vegani compresi, ma alla fine tutti si fidano di Luca e gli dicono "fai tu". E ha fatto lui anche per l'aperitivo di un paio di sere fa. Per me, dunque, panino farcito con manzo affumicato, zucchine impanate, pomodori semi dry, burrata, rucola e pesto. Che dire? Tanti dei miei ingredienti preferiti e mi sono identificata persino nelle combinazioni, che sanno di leggerezza, freschezza, estate. Per ognuno dei presenti un panino diverso, che lo ha in qualche modo descritto. Che Luca, dopo 8 anni di Accademia del Panino sia diventato anche un po' psicologo? Certamente sa affascinare quando racconta della sua ricerca continua, per offrire prodotti sempre all'avanguardia, aperti al futuro, "non è un lavoro, è una passione" dice e gli occhi gli brillano. Mi piace anche l'idea di definire i suoi "panini pop", quasi in contrapposizione a quelli gourmet: non bisogna essere particolarmente sofisticati o complicati per offrire qualità e sapore, una sorta di elogio della semplicità, il suo.

Accademia del Panino Torino Accademia del Panino Torino

Attento agli eventi e all'attualità, Muolo si diverte a proporre anche i panini limited edition. Sono gli ultimi giorni per gustare i due pensati per l'Eurovision 2022, del Menù Musica per il tuo palato: il primo con straccetti di pollo, carciofo grigliato alla brace, rucola, grana, cipolle caramellate e salsa al curry, mango e zenzero (8 euro), il secondo, in versione vegana, con tofu aromatizzato alla menta, pomodorino giallo, paté di asparagi e finocchio (6 euro). Ci sono anche tre eventi in vista dell'estate: il 19 maggio, Una birra per un panino: cena speciale con le birre firmate Antagonisti; il 16 giugno, Formaggio e pane, pasto regale!: cena in collaborazione con la bottega storica Latteria Bera che selezionerà i formaggi dei panini; il 7 luglio, Buon compleanno Accademia: gli 8 anni, arriveranno in autunno, ma i festeggiamenti sono stati anticipati all'estate, con musica compresa. Gli eventi costano 25 euro e, consiglio dovuto, non dimenticate di chiedere i panini dolci con cui chiudere la serata. L'ultimo panino dell'aperitivo conteneva fragole, pera, miele, robiola, noci e crema gentile. Un vero, sorprendente bijoux, da riprovare (e no, non c'è foto, tanto è stato il gusto che mi sono dimenticata di scattarla, sorry).

L'Accademia del Panino è in via Sant'Ottavio 27 (davanti a Palazzo Nuovo).


Commenti