Il Giardino dell'Antico Egitto, che sarà una serra dal 2024, al Museo Egizio

Un nuovo spazio verde nel cuore di Torino da non perdere di vista, stavolta in uno dei suoi cortili più frequentati, quello del Museo Egizio. Il Cortile Aperto: Flora dell'antico Egitto è un giardino aperto gratuitamente nello spazio che porta verso la biglietteria, ed è il primo passo della trasformazione dell'intera corte, in vista delle celebrazioni per il bicentenario del Museo, nel 2024. Il cortile interno "del seicentesco palazzo del Collegio dei Nobili, che verrà coperta da una cupola in acciaio e vetro, al di sotto della quale ci sarà un giardino egizio permanente, di cui ora viene inaugurata una prima parte" anticipa il comunicato stampa. Tra le piante selezionate, "il loto azzurro, con i suoi fiori che si schiudono all'alba per poi richiudersi al tramonto, simbolo di rinascita e rigenerazione e non può mancare il papiro, che originariamente cresceva in fitte paludi lungo il Nilo o lungo il suo delta ed era la pianta araldica del Basso Egitto&qu

Le Giornate Europee dell'Archeologia, tra Teatro Romano e degustazioni antiche

Al Museo di Antichità dei Musei Reali, diversi begli eventi, per celebrare le Giornate Europee dell'Archeologia, dal 17 al 19 giugno 2021. Non solo le aperture serali nei tre giorni, dalle ore 19.30 alle 23.30 al prezzo di 5 euro, ma anche attività consigliabili. Il 17 giugno alle ore 21, nel Teatro Romano ci sarà lo spettacolo Ecuba, regina di Troia, con lettura dalle Troiane di Euripide, per la regia di Alessio Boccuni, voce di Laura Righi e di Nicola Meloni; rappresentazione gratuita per i visitatori dei Musei Reali e fino a esaurimento posti.

Teatro Romano Torino Teatro Romano Torino

Il 18 giugno alle ore 11, e il 19 giugno alle ore 15, il laboratorio Dietro lo scavo, dentro il Museo, che invita a scoprire i lavori necessari sui reperti dal ritrovamento nello scavo fino all'esposizione in un Museo; la partecipazione costa 5 euro per gli adulti, 2 euro per 18-25 anni e gratuita per 9-18 anni; anche in questo caso, l'iscrizione è fino a esaurimento dei posti disponibili (massimo 15 persone) con prenotazione obbligatoria via mail a mr-to.edu@beniculturali.it. Consigliati abbigliamento sportivo e calzature chiuse: è previsto il contatto con l'acqua.

Ancora il 18 giugno, ma alle ore 16.30, un evento curioso e fascinoso: la presentazione del libro A tavola con gli antichi romani, a cura di Giorgio Franchetti, che racconta come mangiavano i romani, a casa o nelle loro locande. Un bel viaggio sulle abitudini alimentari dei nostri antenati, che si concluderà con una degustazione di autentici piatti dell'antica Roma, basata su ricette riproposte dall'archeocuoca Cristina Conte. Prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti, a mr-to.edu@beniculturali.it.

L'ingresso al Museo di Antichità, da corso Regina Margherita 105.


Commenti