Clara Caroli: La casa dei cuori sospesi, leggerezza e ironia per storie della Torino contemporanea

Ho letto La casa dei cuori sospesi di Clara Caroli (La Corte Editore) poche settimane fa, al mare, e me ne sono innamorata. Si svolge a Torino ed è la principale ragione per cui mi ha incuriosito, poi mi ha intrigato la trama, che racconta una storia corale, ricca di incastri e di sorprese, con al centro Romina e Stella, amiche che gestiscono insieme la libreria Non è una pizza (e la nascita di questa libreria ha lati esilaranti, oltre a essere una dichiarazione d'amore ai libri) e sono coinquiline in una casa sulla collina di Moncalieri, che fa venire voglia di viverci per qualche tempo. Tutt'intorno a loro, storie, personaggi, anche animali, che mano a mano si incastrano come in un puzzle divertente e leggero, che si legge d'un fiato sotto l'ombrellone e mantiene alta la curiosità fino alla fine, con momenti di comicità, di riflessione e di sorpresa. Essendomi innamorata della storia, della città che racconta e dello stile, è stato inevitabile contattare Clara Carol

10 Start-Up per contenuti editoriali per il Salone del Libro 2014. Il bando di partecipazione

Il libro digitale e le su frontiere saranno i protagonisti dell'Area Start Up del Salone del Libro, al Lingotto Fiere di Torino dall'8 al 12 maggio 2014. Sarà un'area del Padiglione 2 completamente dedicata a 10 start up internazionali, che offrono servizi innovativi per usufruire dei contenuti editoriali. Qualche esempio? Software che permettono di arricchire i libri digitali con contenuti multimediali come video, animazioni 3D, audio e musiche. Esperimenti di lettura condivisa e partecipata, che consentono al lettore di accedere agli ebook in streaming online insieme ad altri utenti di ogni parte del mondo, commentandoli e condividendo i propri contenuti sui social network. O, ancora, progetti online per aspiranti scrittori, che permettono di creare racconti e contenuti originali in maniera collaborativa direttamente sul web.
Non ci sono dunque limiti a chi aspira a migliorare l'uso dei contenuti editoriali nel web e sugli eBook e intende offrire servizi sempre più innovativi e creativi.
Le 10 start-up internazionali saranno selezionate attraverso un concorso internazionale, reso noto ieri dal Salone del Libro, il modulo da compilare è online, all'indirizzo su 2014.digitalfestival.net. Il bando è aperto a tutte le start up nate dopo il 1° gennaio 2011, che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le candidature dovranno pervenire entro il 28 febbaio e dovranno esssee in inglese. Quindi una giuria, formata da rappresentanti di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere, Associazione Luoghi di Relazione, Regione Piemonte e Talent Garden selezionerà i 10 migliori progetti e darà loro la possibilità di partecipare gratuitamente al Salone del Libro. Tre, dei dieci posti disponibili, sono stati riservati a start up piemontesi.
Nella valutazione dei progetti si terrà conto di parametri come innovatività del prodotto/servizio, uso originale di tecnologie, fattibilità del progetto, capacità di ingaggio di editori e lettori, creatività e originalità del progetto.Il progetto, che rientra nell'ambito del Salone Internazionale del Libro e del Digital Festival, sarà ospitato in un'area dedicata all'interno di Book to the future, lo spazio digitale e interattivo del Salone che negli ultimi anni ha visto la partecipazione di alcuni dei player più importanti dell'editoria hi-tech come Amazon, Kobo, Sony, Trekstor e Nokia. 


Commenti