La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Al MAO si parla di Fosco Maraini: tutti gli incontri e appuntamenti sulla sua figura

Approfittando della mostra L'incanto delle Donne del Mare. Fosco Maraini. Fotografie. Giappone 1954, appena inaugurata e aperta fino al 21 settembre 2014, il Museo d'Arte Orientale ha preparato una serie di appuntamenti per approfondire la figura di Fosco Maraini, autore delle fotografie in mostra.

Etnologo, viaggiatore, fotografo, poeta, Maraini è protagonista di una serie di incontri e proiezioni al MAO, per tutta l'estate. Dal 26 giugno 2014, tutte le settimane, si parlerà di fotografia e montagna, di geografia e di cultura, con una serie di incontri e di proiezioni, per analizzare il Maraini più privato e quello più noto.

Il 26 giugno alle 18, si discuterà dell'opera fotografica di Maraini con la storica e teorica della fotografia Antonella Russo.

Il 3 luglio, sempre alle 18, l'argomento sarà Le Ama. Etnologia e mito, con Paolo Francesco Campione, direttore del Museo delle Culture di Lugano, che indagherà il percorso di Maraini come documentarista e studioso nel suo avvicinamento a questo gruppo etnico, attratto tra le altre cose dalla loro fortissima interazione con il mondo marino.

Il 12 luglio alle 16 si leggeranno i componimenti di Maraini nell'incontro In viaggio con... Fosco Maraini, a cusa di Graziano Melano. Un gruppo di allievi della Piccola Accademia della Fondazione TRG onlus, condotti da Graziano Melano, guideranno i visitatori attraverso le sale del MAO leggendo alcuni brani tratti dalla preziosa letteratura di viaggio composta da Fosco Maraini.

Il 20 luglio, alle 15.30 ci sarà una visita alla mostra e alla Galleria del Giappone del MAO, un'iniziativa, questa delle visite guidate sia alla mostra che alla sezione giapponese, che sarà ripresa durante tutta la durata della mostra.

L'ingresso agli incontri è gratuito fino a esaurimento posti; per entrare, però, sono necessari i tagliandi gratuiti, massimo due a persona, in distribuzione da mezz'ora prima dell'inizio delle attività. Per tutte le informazioni, tel 011 4436928.


Commenti