Il Bagna Cauda Day, in oltre cento ristoranti, non solo piemontesi

Saranno due i fine settimana autunnali dedicati a uno dei piatti piemontesi tipici della stagione, la bagna cauda. Il 26-27-28 novembre e il 3-4-5 dicembre 2021, oltre cento ristoranti, non solo piemontesi, parteciperanno al Bagna Cauda Day, ma le prenotazioni apriranno il 24 ottobre, quando sul sito www.bagnacaudaday.it saranno pubblicate le liste dei locali partecipanti, con relative schede. Non cambia la formula, che ha fatto la fortuna dell'evento, organizzato dall'Associazione Culturale Astigiani. La bagna cauda potrà essere proposta in varie versioni, contraddistinte da un semaforo: Come dio comanda (rosso), eretica (giallo) o atea senz'aglio (verde). Previsto anche il Finale in gloria con tartufo. Il vino è proposto al prezzo di 12 euro a bottiglia, grazie all’accordo con quattro importanti case vinicole astigiane leader della Barbera: Bava di Cocconato, Braida di Rocchetta Tanaro, Cascina Castlet di Costigliole e Coppo di Canelli. Prezzo di riferimento del piatto

Operae porta il design indipendente a Torino Esposizioni

Alla sua quinta edizione, Operae si trasferisce a Torino Esposizioni. La mostra-mercato del design indipendente e auto-prodotto ha sempre avuto location in linea con il suo stile, attento alle contaminazioni e alle reinterpretazioni: nel suo passato ci sono stati le Officine Grandi Riparazioni, la Cavallerizza Reale, la Borsa Merci, cortili e saloni, quest'anno tocca a Torino Esposizioni, la grande struttura disegnata da Ettore Sottsass e prossima a diventare la nuova Biblioteca Centrale cittadina.

Qui, dal 10 al 12 ottobre 2014, si incontreranno designers italiani e internazionali, che presenteranno i propri prodotti ad addetti ai lavori, distributori, aziende. E' una manifestazione per fare rete, per permettere ai creativi indipendenti di trovare, senza ulteriori filtri, distributori e acquirenti, per spiegare direttamente la storia segreta di ogni creazione: sono stati infatti preparati speed date e appuntamenti ad hoc, affinché i designers possano incontrare i distributori, anche sui mercati esteri, e, nell'ambito del progetto Piemonte Handmade, gli artigiani piemontesi, affinché possano generarsi dialoghi virtuosi e possibili collaborazioni.

Tra gli espositori ci saranno numerosi designers torinesi: bijoux multi-interpretazione, oggetti d'arredamento, accessori di estetica minimal e urbana, originali block-notes nelle loro collezioni a Operae. E ci sarà una sezione per il kid design: giocattori, accessori e oggetti per i più piccoli saranno accompagnati da un intenso calendario di laboratori ed eventi appositamente studiati per i bambini.

Laboratori, incontri e workshop sono, del resto, uno dei piatti forti della manifestazione. Si discuterà di Design e saper fare artigianale. venerdì 10 ottobre alle 18, mentre, tra le proposte dei giorni successivi, ci saranno Torino Open Source Apartment (sabato 11 ottobre, ore 12), Il Museo serve ancora? (domenica 12 ottobre, ore 15). Nei workshop programmati si impara a realizzare gioielli digitali, a incidere sul linoleum, a utilizzare gli origami laser.

Le info, il programma completo, la lista degli espositori, su operae.biz.


Commenti