Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

L'Autoritratto di Leonardo e gli altri capolavori esposti alla Biblioteca Reale

Dal 30 ottobre 2014, fino al 15 gennaio 2015, i torinesi e i turisti potranno assistere a uno dei grandi eventi culturali di questa stagione. Alla Biblioteca Reale (piazza Castello 191) verrà esposto il celebre Autoritratto di Leonardo da Vinci, insieme al Ritratto di fanciulla, al Cordice sul volo degli uccelli a numerosi studi delle proporzioni e delle teste e ai Nudi per la Battaglia di Anghiari, anch'essi di Leonardo, e a una serie di disegni di Raffaello, Carracci, Perugino, Van Dick e Rembrandt, codici miniati e altre opere preziosissime come il Theatrum Sabaudiae, varie carte nautiche e incisioni. Sono tutti capolavori della cultura europea, custoditi dalla Biblioteca Reale torinese ed esposti finalmente insieme, in uno dei nuovi spazi del Polo Reale di Torino, comprendente anche Palazzo Reale, Armeria Reale, Museo di Antichità e Galleria Sabauda

La mostra, intitolata Leonardo e i tesori del Re, è l'evento scelto per inaugurare il nuovo spazio espositivo della Biblioteca. Al tradizionale e magnifico salone realizzato nel XIX secolo da Pelagio Pelagi, si aggiungono adesso due nuovi spazi espositivi, al piano interrato. "Per migliorare la conservazione delle collezioni e per rendere fruibile il patrimonio storico-artistico della Biblioteca, sono stati integralmente ristrutturati i depositi interrati per consentire il raddoppio degli spazi espositivi, rispondendo alla vocazione museale della Biblioteca, vera Wunderkammer, voluta da Carlo Alberto, artefice di acquisizioni importantissime. I due spazi espositivi sono stati allestiti e attrezzati secondo le più moderne tecnologie di conservazione e di esposizione" spiega il comunicato stampa.

La mostra sarà aperta dalle 9 alle 18, dal lunedì alla domenica (primo ingresso alle 9.30, ultimo alle 17.30); sarà chiusa il 25 dicembre 2014. Il biglietto costa 12 euro, ridotto 8 euro per i possessori delle tessere Abbonamento Musei e Torino+Piemonte Card e per i bambini tra i 6 e i 12 anni. L'ingresso alla mostra è possibile solo su prenotazione (per motivi di sicurezza e di conservazione, il numero di visitatori è limitato a 25 persone ogni 30 minuti); le prenotazioni vanno effettuate sul sito turismotorino.org o alla Biglietteria della mostra; info al tel 011535181 (tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18). Per motivi legati alla conservazione di queste delicatissime opere, vietate le foto, anche con smartphone e anche senza flash,



Commenti