Clara Caroli: La casa dei cuori sospesi, leggerezza e ironia per storie della Torino contemporanea

Ho letto La casa dei cuori sospesi di Clara Caroli (La Corte Editore) poche settimane fa, al mare, e me ne sono innamorata. Si svolge a Torino ed è la principale ragione per cui mi ha incuriosito, poi mi ha intrigato la trama, che racconta una storia corale, ricca di incastri e di sorprese, con al centro Romina e Stella, amiche che gestiscono insieme la libreria Non è una pizza (e la nascita di questa libreria ha lati esilaranti, oltre a essere una dichiarazione d'amore ai libri) e sono coinquiline in una casa sulla collina di Moncalieri, che fa venire voglia di viverci per qualche tempo. Tutt'intorno a loro, storie, personaggi, anche animali, che mano a mano si incastrano come in un puzzle divertente e leggero, che si legge d'un fiato sotto l'ombrellone e mantiene alta la curiosità fino alla fine, con momenti di comicità, di riflessione e di sorpresa. Essendomi innamorata della storia, della città che racconta e dello stile, è stato inevitabile contattare Clara Carol

La merenda a Palazzo Madama, per celebrare Juvarra

Dopo la colazione nella veranda juvarrana, nell'angolo della facciata barocca che guarda verso Palazzo Reale, Palazzo Madama propone per tutti i sabati di dicembre una merenda. Da sabato 6 dicembre a sabato 27, dalle 16 alle 18, si potrà salire liberamente alla Caffetteria dell'edificio, attraverso il magnifico scalone disegnato da Filippo Juvarra, per gustare the, cioccolata calda e dolcetti. Può essere una deliziosa pausa dallo shopping natalizio, in un'atmosfera raffinata, suggerisce Palazzo Madama, mentre si immaginano già le luci di Torino, il Calendario dell'Avvento di Luzzati e il grande Albero di Natale illuminato di piazza Castello, visti dalle grandi finestre barocche della veranda.

Il 20 e 27 dicembre si potrà abbinare alla merenda la visione della video-installazione artistica Filippo Juvarra: 300 anni di pensieri ed emozioni, che nella Sala del Senato, il museo dedica a Filippo Juvarra per festeggiare i 300 anni dal suo arrivo a Torino (il biglietto di ingresso costa 5 euro e si acquista alla biglietteria del museo entro le ore 17).

La merenda in veranda è una delle iniziative studiate da Palazzo Madama per celebrare i 300 anni di Filippo Juvarra a Torino. Attraverso l'hashtag #Juvarra300, potete scoprire su Twitter le curiosità riguardanti il grande siciliano, i progetti preparati da Palazzo Madama e, soprattutto, potete condividere foto e pensieri sull'architetto che ha cambiato per sempre Torino e la percezione che la stessa città ha di se stessa (cosa sarebbe Torino senza Superga, senza Stupinigi o senza la facciata di Palazzo Madama?).

Commenti