La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Lonely Planet: Torino e le Langhe, nella Top10 europea del 2015

Torino e il Piemonte sono la sesta miglior destinazione europea di viaggio del 2015, l'unica dell'Italia, secondo il sito web della Lonely Planet. Prima del Piemonte ci sono Akureyri (Islanda), Lipsia (Germania), le isole Azzorre (Portogallo, l'unico Paese con due località: al 10° posto c'è Porto), Malaga (Spagna) e Belgrado (Serbia). Perché Torino e il Piemonte sono nella Top 10 dei suggerimenti?

Per una ragione che non piacerà tanto a Milano. L'invito ai visitatori dell'Expo, infatti, è di guardare verso ovest, verso la vicina regione del Piemonte, "scoprirete che stanno succedendo molte cose a Torino". La prima è ovviamente l'Ostensione della Sindone, poi non bisogna dimenticare che la città è Capitale Europea dello Sport e che ospiterà importanti partite di rugby (segnalato Italia-Scozia, il 22 agosto), di golf e di beach volleyball. Citato anche il nuovo Museo Egizio, appena riaperto dopo cinque anni di ristrutturazione. E poi, l'immancabile riferimento a Langhe, Roero e Monferrato, Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, in cui perdersi in itinerari tra i vigneti: affittate un auto ed esploratelo, per perdervi in città del vino come Barolo, Barbaresco e La Morra.

Per illustrare l'articolo, una bella foto dei vigneti langaroli.