Lungo i Sentieri dei Frescanti, gli affreschi e i tesori d'arte più antichi del Roero

Un'estate che non invita i più prudenti ai viaggi all'estero quanto alla (ri)scoperta del proprio territorio. E tra le cose da scoprire alle porte di Torino, ci sono i Sentieri dei Frescanti, che si sviluppano nel Roero e che per tutta l'estate aprono le porte di piccole chiese, cappelle e santuari che punteggiano le colline tra Alba e Asti, a circa un'ora di macchina dal capoluogo piemontese. È un circuito davvero affascinante, che svela la storia millenaria e le culture di un'area famosa per la bellezza del suo paesaggio e la ricchezza della sua enogastronomia. Affreschi nella Cappella di San Servasio a Castellinaldo d'Alba (sin) il Santuario della Madonna di Tavoletto, a Sommariva Perno (des) Mi piace come il comunicato stampa descrive questa ricchezza storica e culturale, un vero affresco di genti: i Sentieri dei Frescanti "si snodano infatti attraverso castelli, chiese cittadine, cappelle campestri, un tempo asilo e protezione per i pellegrini che p

I tour delle Guide Bogianen, per il San Salvario Emporium

Che il San Salvario Emporium non sia più un semplice mercato di artigianato e design, ma un evento che coinvolge l'intero quartiere, è chiaro da tempo. Merito degli organizzatori dell'Emporium, che hanno saputo tenere aperti gli orizzonti e rinnovarsi tutte le volte, senza dubbio, ma merito anche di un quartiere, San Salvario, che ha deciso di puntare sull'accoglienza e che sa farsi coinvolgere con entusiasmo da ogni nuovo evento, mostrando tutta la sua varietà culturale.


Da un paio di edizioni, a fare da raccordo tra l'Emporium e il quartiere ci sono anche le Guide Bogianen, al secolo Fabio Bosticco e Francesca Stagni, che propongono tour ad hoc nel quartiere. Per il San Salvario Emporium Christmas, in programma il 13 dicembre 2015 in piazza Madama Cristina, le Guide Bogianen si muoveranno tra gli studi degli artisti e i locali del quartiere. "I due argomenti sono stati scelti secondo le indicazioni dei ragazzi di San Salvario Emporium per legare i tour ai tanti eventi che si terranno nel quartiere domenica. Inoltre è stata recentemente presentata la guida dedicata agli studi d'artista e, grazie alla disponibilità della referente del Ministero, abbiamo pensato che fosse un'ottima occasione per aprire ai visitatori alcuni studi di cui si occupa la guida" spiega Francesca.

Il tour Studi d'Artista, dalle ore 16 alle 18 (costo 10 euro, comprendente la guida Studi d'artista. I luoghi di produzione dell'arte – Torino/San Salvario; into e iscrizioni info@guidebogianen.com) porterà sui luoghi di lavoro di tre artisti selezionati tra quelli presenti nella guida Studi d'artista. I luoghi di produzione dell'arte – Torino/San Salvario, che raccoglie gli atelier e i laboratori degli artisti di San Salvario. Si visiteranno così gli studi di Mario Bianco, pittore di origine monferrina, che condivide l'ampio e luminoso atelier di via Belfiore 13 con la moglie Anna Borgna, anche lei pittrice; di Ionel Alexandrescu, romeno trapiantato a Torino dal 1999, che ha aperto il proprio laboratorio di scultura e restauro a San Salvario e adesso è membro degli Artigiani Piemontesi (dal 1993 appartiene anche all'Unione Artisti Romeni); di Plastikwombat – Photography, art and concept, che nel suo studio fotografico innovativo e informale coltiva un obiettivo ambizioso, rendere la fotografia accessibile a tutti.

"Questo tour sarà un'occasione (quasi) unica per poter incontrare, dialogare e confrontarsi con i protagonisti degli studi: gli artisti stessi. Avremo inoltre il modo di raccontare qualche chicca sul quartiere e suggerire altri spazi di produzione artistica che le persone potranno andare ad esplorare da sole" anticipa Francesca. Occasione unica anche il secondo tour, che partirà alle ore 18 e porterà alla scoperta dei prodotti d'eccellenza del quartiere (costo 5 euro, iscrizioni e info info@guidebogianen.com): "E' occasione unica, e aggiungerei anche molto economica, per assaggiare tre specialità alcoliche 'tipiche' di San Salvario, nate dall'idea di alcuni locali del quartiere. Inoltre la breve passeggiata permetterà di ascoltare alcune curiosità sul legame fra il quartiere di San Salvario e la tradizione enogastronomica cittadina" dice ancora la Guida Bogianen. Le tre eccellenze alcoliche da assaggiare sono il Genepi Barotto al Barotto, l'Anselmo Vermouth al Diwan e l'Amarotto al Lanificio San Salvatore; ogni degustazione sarà accompagnata da piccoli assaggi e presentata dai produttori stessi.


Commenti