Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Il Gran Tour di primavera, tra giardini, parchi e paesaggi piemontesi

I giardini storici e i parchi sono il filo conduttore del Grand Tour di primavera: a ispirare questa scelta, anche il Congresso Mondiale dell'Architettura del Paesaggio, che si terrà a Torino dal 20 al 22 aprile 2016 e che porterà i città i più importanti paesaggisti del mondo, rimettendo giardini, parchi e paesaggi al centro della scena.

I tour in programma sono una quarantina e si muoveranno tra giardini e parchi torinesi, vecchi e nuovi, dal Parco della Rimembranza alla Spina 1, dalla Casa Albero di via Chiabrera all'Orto Botanico, e le aree verdi della Regione. I giardini dei castelli del Monferrato e del Lago Maggiore, i parchi privati del Saluzzese e i paesaggi dell'acqua del Novarese, i parchi di Xavier Kurten, che portò il giardino romantico all'inglese in Piemonte, e i paesaggi di vigneti di Gavi. Gli itinerari porteranno alla scoperta della natura incontaminata e di quella dominata dall'uomo, dalla Valle Antigorio alle riserve naturali delle Alpi Marittime, dalle centrali idroelettriche ai paesaggi delle risaie. Si inizierà il 9 aprile 2016 con l'itinerario Gestione della natura nel Parco del Po, alla scoperta di un territorio appena entrato nel Patrimonio dell'UNESCO, si concluderà il 3 luglio 2016, con Vaie e Chianocco. Paesaggi e Archeologia alle origini della Valle di Susa.

Il Grand Tour offre un'occasione originale per conoscere storia, cultura e paesaggi alle porte di casa a prezzi ragionevoli. Gli itinerari di Torino costano infatti intorno ai 7 euro (se non c'è l'autobus), quelli in Regione si muovono tra i 20 e i 50 euro, se comprendono o meno degustazioni, ingressi a Musei e Parchi o trasporti ulteriori all'autobus già previsto in biglietto. I possessori dell'Abbonamento Musei Torino Piemonte potranno godere di uno sconto e potranno accedere gratuitamente ai Musei inseriti nella loro tessera.

Su www.piemonteitalia.eu, troverete i dettagli di tutte le escursioni e potrete prenotarle; le prenotazioni chiudono due giorni prima della data dell'itinerario ed è considerato conferma il pagamento della tariffa. Oltre che online, le prenotazioni possono essere effettuate al numero verde 800 329 329, attivo tutti i giorni dalle 9 alle 18, o da Infopiemonte-Torino Cultura, via Garibaldi angolo piazza Castello, Torino, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 18.


Commenti