Clara Caroli: La casa dei cuori sospesi, leggerezza e ironia per storie della Torino contemporanea

Ho letto La casa dei cuori sospesi di Clara Caroli (La Corte Editore) poche settimane fa, al mare, e me ne sono innamorata. Si svolge a Torino ed è la principale ragione per cui mi ha incuriosito, poi mi ha intrigato la trama, che racconta una storia corale, ricca di incastri e di sorprese, con al centro Romina e Stella, amiche che gestiscono insieme la libreria Non è una pizza (e la nascita di questa libreria ha lati esilaranti, oltre a essere una dichiarazione d'amore ai libri) e sono coinquiline in una casa sulla collina di Moncalieri, che fa venire voglia di viverci per qualche tempo. Tutt'intorno a loro, storie, personaggi, anche animali, che mano a mano si incastrano come in un puzzle divertente e leggero, che si legge d'un fiato sotto l'ombrellone e mantiene alta la curiosità fino alla fine, con momenti di comicità, di riflessione e di sorpresa. Essendomi innamorata della storia, della città che racconta e dello stile, è stato inevitabile contattare Clara Carol

Aurora Sonora, una passeggiata ascoltando Borgo Aurora

Avete mai pensato di visitare un quartiere in base ai suoi suoni? Aurora Sonora è una passeggiata sonora, che propone di scoprire Borgo Aurora in base ai suoi suoni, grazie a composizioni sonore site-specific geolocalizzate tramite l'app, Echoes.

Aurora Sonora in Borgo Aurora

L'appuntamento è il 29 maggio 2016, alle ore 16, alla Biblioteca Italo Calvino di Lungo Dora Agrigento 94. Da lì partirà una sound walk che avrà negli smartphone un protagonista necessario: l'app permetterà infatti di immergersi nel quartiere in modo completamente diverso. "Il lavoro di ricerca realizzato sul territorio da tre artisti sonori (Giorgio Alloatti, Alessandro Peiretti e Fabio Battistetti) nel definire i luoghi di intervento, permette di scoprire vie, piazze, mai percorse prima o di vivere sotto un'altra luce luoghi già conosciuti" spiega nel suo sito web l'Associazione E, che ha ideato Aurora Sonora. E' una proposta nuova e originale, che invita a sviluppare l'ascolto, oltre allo sguardo, per guardare i nostri quartieri con altri occhi.

Per partecipare alla passeggiata sonora, bisogna avere lo smartphone e un paio di cuffie; il percorso durerà un paio d'ore; la partecipazione è gratuita e va prenotata su eventbrite.com. Dal 29 maggio in poi, si potrà realizzare il percorso sonoro anche per conto proprio, utilizzando questa questa mappa.


Commenti