Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

#BikeTOnight: il calendario di luglio dei tour notturni in bicicletta

#BikeTOnight continua anche a luglio e propone diversi percorsi serali, "per scoprire su due ruote luoghi, storie, aneddoti e curiosità all'ombra della Mole". I tour saranno guidati, ogni partecipante sarà dotato di auricolari wireless, per pedalare in libertà e ascoltare la guida turistica.

Bike TONight

I temi conduttori sono diversi: Torino d'autore è un viaggio nella Torino raccontata e amata dagli scrittori che qui hanno vissuto, dalla Torino crepuscolare di Guido Gozzano a quella appassionata e impegnata di Piero Gobetti, da quella misteriosa di Giorgio De Chirico a quella di Cesare Pavese o Friedrich Nietzche, tra il centro storico, la zona della Cittadella e la Crocetta, per terminare al Circolo dei Lettori; Vanchiglia tra passato e presente porta nello storico quartiere, primo porto fluviale, di fama ambigua nell'Ottocento, proto-industriale e di architetture sperimentali grazie ad Alessandro Antonelli, fino a trasformarsi, in questi anni, in uno dei centri della creatività torinese; Torino sotto le bombe si muove nei luoghi della memoria legati al nazi-fascismo, ai bombardamenti e alla Resistenza, dal ghetto ebraico al rifugio antiaereo nel piano interrato dell'attuale Museo Diffuso della Resistenza di corso Valdocco; Luci e ombre della Torino Ottocentesca aiuta a scoprire le contraddizioni dell'epoca, dall'industrializzazione al suo lato oscuro, segnato da povertà e ingiustizia, dai palazzi del potere ai luoghi della povertà e di chi cercava di alleviarne il dolore, dal centro aulico a Giulia Faletti di Barolo e il Beato Cottolengo.

I tour costano 15 euro a persona, che comprendono gli auricolari e la guida abilitata; ridotto 13 euro per per studenti e per chi ha già partecipato a un giro bikeToNight; famiglie con figli (fino a 14 anni) 10 euro per gli adulti, 5 euro per i ragazzi; per il tour Torino d’autore riduzione a 13 euro per i possessori della tessera del Circolo dei Lettori.

Per le iscrizioni, bisogna inviare un'email con nome, cognome e numero di cellulare a info@mybicyclette.it. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti si troveranno sulla sezione bikeTOnight del sito www.mybicyclette.it; i tour partiranno alle ore 20.30 (ritrovo ore 20.15) e dureranno un'ora e mezza.

Il calendario di luglio è il seguente:

6 luglio 2016
Luci e ombre della Torino dell'800
Luogo di ritrovo: Piazza Castello (di fronte a Palazzo Madama)

7 luglio 2016
Torino sotto le bombe
Luogo di ritrovo: Piazza Castello (di fronte a Palazzo Madama)

13 luglio 2016
Torino d'autore
Luogo di ritrovo: Piazza Carlo Alberto

14 luglio 2016
Vanchiglia tra passato e presente

20 luglio 2016
Torino d'autore
Luogo di ritrovo: Piazza Vittorio Veneto (ultimo isolato prima di via Po)

21 luglio 2016
Luci e ombre della Torino dell'800
Luogo di ritrovo: Piazza Castello (di fronte a Palazzo Madama)


Commenti