Da youtube, il video di Kirsten Dirsen sulla Pra di Brëc di QOS Studio, a Locana

Kirsten Dirsen è tornata nelle valli alpine torinesi, alla scoperta di antichi edifici di montagna rinati a nuova vita. Dopo la Baita di Studioata , presenta nel suo canale di youtube (1,7 milioni di iscritti!) un bel progetto di ristrutturazione, realizzato a Locana, a poche decine di km da Torino. Qui la famiglia Laboroi ha voluto trasformare l'antica casa-fienile, che appartiene loro da ben quattro generazioni, in una casa per le vacanze, chiamata Pra di Brëc. Il progetto è stato affidato all'astigiano QOS Studio. Come spiega a Kirsten Davide Querio, geometra dello studio, l'edificio è stato liberato dall'intonaco aggiunto qualche decennio fa, per lasciare a vista i bei muri in pietra. Una scelta che ha restituito identità all'intera struttura: nel video si mostra il "prima" e "dopo" e si può apprezzare quanto la casa fosse stata resa anonima dall'intonaco e quanto invece adesso abbia una personalità coerente con il paesaggio circosta

Le partite invisibili, che rendono omaggio a Torino, al basket e a Rio2016

Per salutare il Torneo di Qualificazione Olimpica FIBA 2016, con cui la Nazionale italiana di basket cercherà la qualificazione per Rio 2016, e che Torino ospiterà dal 4 al 9 luglio 2016, si inaugura oggi una piccola mostra fotografica. Si intitola Le partite invisibili, è in via Lagrange angolo via Teofilo Rossi, ed è curata dall'attore e regista Massimiliano Finazzer Flory, grande appassionato di basket. Il curioso titolo unisce la passione per il basket con le citazioni da Le città invisibili di Italo Calvino.

Partite invisibili

Nelle fotografie in mostra, Finazzer Flory rivisita alcuni dei luoghi simbolo di Torino e li unisce alle icone del basket, utilizzando come didascalie citazioni dal celebre libro di Calvino. Ne esce così una Torino singolare, a cui non avevamo mai pensato e decisamente molto sportiva. La guglia della Mole Antonelliana per sostenere un canestro, un campo da basket nel centro dell'aula del primo Parlamento italiano, nel Museo del Risorgimento, ancora un campo da basket, questa volta galleggiante, sotto un ponte del Po, una palla sulla statua della Dora: il basket è ovunque in città e in completa armonia con le nostre icone predilette.

La mostra sarà in via Lagrange angolo via Teofilo Rossi fino al 10 luglio, fino a quando sapremo, insomma, se l'Italia andrà alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. In bocca al lupo ai nostri campioni e non perdetevi questa mostra, che promette di raccontare una Torino sorprendente.


Commenti