I Voucher Vacanze del Piemonte, dormi 3 paghi una notte, fino alla primavera 2022

Dato il successo dell'iniziativa e tutte le volte che la Regione Piemonte l'ha prolungata, chissà che non sia un nuovo modello per il turismo, in attesa di un ritorno alla normalità, si spera per il 2022. Tornano i Voucher Vacanze della Regione Piemonte, grazie ai quali si dormono 3 notti e se ne paga solo una nelle strutture aderenti (alberghi, residence, B&B, agriturismi, affittacamere, ecc ecc) e si pagano i servizi turistici a metà prezzo. I voucher possono essere prenotati entro il 31 dicembre 2021 e utilizzati entro il 30 giugno 2022. Il loro funzionamento è semplice, ma cambia in base alle ATL sotto le quali si trova la località prescelta: se volete soggiornare nelle Langhe, dovete controllare quali sono i passi da seguire per prenotare i voucher nelle Langhe, idem se pensate alle dolci colline del Canavese, alle valli alpine del Cuneese, ai laghi del Piemonte settentrionale. Per identificare le ATL, c'è www.visitpiemonte.com , che ha l'elenco dei Consorzi

Le partite invisibili, che rendono omaggio a Torino, al basket e a Rio2016

Per salutare il Torneo di Qualificazione Olimpica FIBA 2016, con cui la Nazionale italiana di basket cercherà la qualificazione per Rio 2016, e che Torino ospiterà dal 4 al 9 luglio 2016, si inaugura oggi una piccola mostra fotografica. Si intitola Le partite invisibili, è in via Lagrange angolo via Teofilo Rossi, ed è curata dall'attore e regista Massimiliano Finazzer Flory, grande appassionato di basket. Il curioso titolo unisce la passione per il basket con le citazioni da Le città invisibili di Italo Calvino.

Partite invisibili

Nelle fotografie in mostra, Finazzer Flory rivisita alcuni dei luoghi simbolo di Torino e li unisce alle icone del basket, utilizzando come didascalie citazioni dal celebre libro di Calvino. Ne esce così una Torino singolare, a cui non avevamo mai pensato e decisamente molto sportiva. La guglia della Mole Antonelliana per sostenere un canestro, un campo da basket nel centro dell'aula del primo Parlamento italiano, nel Museo del Risorgimento, ancora un campo da basket, questa volta galleggiante, sotto un ponte del Po, una palla sulla statua della Dora: il basket è ovunque in città e in completa armonia con le nostre icone predilette.

La mostra sarà in via Lagrange angolo via Teofilo Rossi fino al 10 luglio, fino a quando sapremo, insomma, se l'Italia andrà alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. In bocca al lupo ai nostri campioni e non perdetevi questa mostra, che promette di raccontare una Torino sorprendente.


Commenti