Parigi era viva, che bella mostra al Museo Accorsi-Ometto!

Al Museo Accorsi-Ometto, che si visita sempre meno di quanto si dovrebbe, ha appena aperto una mostra che è una delle belle sorprese dell'autunno torinese. Si intitola Parigi era viva  e offre un bel percorso nella pittura di Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi ovvero degli Italiens de Paris , che tra il 1928 e il 1933 hanno indicato la direzione della pittura italiana del Novecento. Curioso pensare che sia stata Parigi a cambiare il destino della pittura italiana novecentesca, ma cosa non ha fatto e quali influenze non ha esercitato la capitale francese nella prima parte del XX secolo sulla cultura europea? I sette italiani erano arrivati a Parigi in tempi diversi, ma in qualche modo si incrociarono proprio in quel quinquennio che la mostra torinese indaga, restituendo, come racconta il comunicato stampa, "il clima artistico, propositivo, dialogante e provocatorio, di un crocevia spazio-tempora

Altenote, la musica nei Comuni Olimpici della Via Lattea

La musica in alta quota è una delle caratteristiche delle Alpi piemontesi, durante l'estate. Non fanno eccezione i Comuni dell'Alta Valle di Susa, che dall'8 al 21 agosto 2016 ospitano Altenote, una rassegna di musica classica, jazz e lounge, in mezzo alla natura, siano anfiteatri naturali, piccoli laghi alpini, chiese antiche o piccoli borghi. Un modo per scoprire, attraverso la musica, paesaggi e patrimonio a pochi km da Torino.


"L'obiettivo" spiegano gli organizzatori "è favorire un'atmosfera di vicinanza tra gli artisti e il pubblico, promuovendo la musica di qualità ed i performer di eccellenza in contesti più accessibili e quotidiani rispetto a teatri e sale da concerto". I musicisti che partecipano alla manifestazione provengono in larva parte dal Conservatorio di Torino o dall'Orchestra del Teatro Regio.

Questa terza edizione di Altenote propone due concerti al giorno in due località diverse e coinvolte tutti i Comuni dell'Unione Montana dei Comuni Olimpici della Via Lattea (Cesana Torinese, Claviere, Pragelato, Sauze di Cesana, Sauze d'Oulx, Sestriere).

Ad aprire la manifestazione, saranno Sestriere e Pragelato: l'8 agosto, alle ore 16.30 al Champlas Janvier di Sestriere ci sarà un concerto di ottoni con il gruppo Trompe de Chasse, con musica di vari autori tra cui Gabrieli, Bach e Haendel; alla stessa ora, a Pragelato, a La Ruà, Concerto Archivivi con musiche, tra gli altri, di Mozart e Vivaldi. La chiusura, il 21 agosto alle ore 16.30, sarà a Sauze di Cesana, con un Concerto di Archivivi. Il programma completo della manifestazione, in .pdf, su www.comune.sestriere.to.it


Commenti