Incontri da non perdere, al Festival del Classico

Libertà e Schiavitù è il tema del Festival del Classico, a Torino dal 2 al 5 dicembre 2021, al Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, e in diverse altre sedi sparse per la città. Alla sua quarta edizione, la manifestazione, che usa il pensiero degli antichi per analizzare i fenomeni del presente, offrirà oltre 40 incontri "tra lezioni magistrali, letture, dialoghi, dispute dialettiche e seminari, per riflettere su antiche e nuove disuguaglianze, per mettere a confronto le libertà degli antichi e dei moderni, per dare voce ai classici" anticipa il comunicato stampa. Consideriamo la schiavitù una realtà del mondo antico, quando gli sconfitti diventavano schiavi dei vincitori, quando i padroni avevano potere di vita e di morte sui propri schiavi, avendo il potere di venderli al miglior offerente o di regalare loro la libertà. "La schiavitù nel mondo occidentale è sempre esistita? È ancora presente, al giorno d'oggi, sotto nuove forme? Qual è il risultato della globalizz

I concerti di Meteorite in Giardino alla Fondazione Merz

Alla Fondazione Merz torna Meteorite in Giardino, una serie di tre concerti (il primo è stato il 4 luglio) dedicata quest'anno all'Oceania e intitolata Songlines.

Il filo conduttore di questa edizione si ispira alle melodie dei nativi australiani, che sottolineano "la bellezza e l’importanza di ogni parte della natura. In questo modo essi disegnavano punti immaginari che uniti l’uno all’altro, costituivano percorsi e mappe del loro territorio, in una perfetta simbiosi tra natura ed espressione artistica".

I concerti, a ingresso gratuito, avranno luogo alle ore 21, il 12 e 19 luglio 2016. Questo il programma:

12 luglio 2016
Rossella Giacchero, soprano – Ensemble De Sono Futura
musiche: Toru Rakemitsu, Toward the sea – George Crumb, Vox balaenae – André Caplet, Écoute, mon coeur – Maurice Ravel, Chansons madécasses
The Sea is Walking on the Land videoproiezione di Galumalemana Steven Percival

Martedì 19 luglio
Umberto Clerici, violoncello – Sydney Conservatorium String Ensemble
musiche: Ludwig van Beethoven, Quartetto in fa maggiore op 18,1 – Nigel Westlake, High Tension Wires


Commenti