Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Il Raduno degli Spazzacamini a Santa Maria Maggiore

Dal 2 al 5 settembre 2016, si terrà a Santa Maria Maggiore (VB) il 35° Raduno Internazionale degli Spazzacamini. Perché a Santa Maria Maggiore? Perché tra i tanti mestieri esercitati dai vigezzini emigrati a causa della povertà delle loro valli, nei secoli passati, c'è anche quello di spazzacamino. Furono tanti a raggiungere il Nord Europa esercitando questo mestiere umile e pericoloso: nelle cartine geografiche del XVI secolo la Valle Vigezzo veniva identificata come Valle degli Spazzacamini.

Raduno degli Spazzacamini a Santa Maria Maggiore Raduno degli Spazzacamini a Santa Maria Maggiore

Adesso che non si emigra più per fare gli spazzacamini e che questo mestiere ha perso la sua epica, pur continuando a esistere, questa riunione di Santa Maria Maggiore, che si ripete tutti gli anni, ha il sapore di una festa gioiosa, che rende omaggio anche all'identità della cittadina vigezzina. Nel primo weekend di settembre sono attesi oltre un migliaio di spazzacamini, da Italia, Svizzera, Germania, Austria, Francia, Belgio, Olanda, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Lituania, Lettonia, Estonia, Romania, Inghilterra, Scozia, USA, Giappone e, per la prima volta, da Polonia e Bosnia. E non sono attesi solo loro: ad accoglierli, in questa quattro giorni di Raduno, almeno 30mila persone, provenienti da ogni parte d'Italia.

Raduno degli Spazzacamini a Santa Maria Maggiore Raduno degli Spazzacamini a Santa Maria Maggiore

La festa del raduno inizierà il 2 settembre alle ore 17, con l'arrivo degli spazzacamino, accolti con musica e canti nel Museo degli Spazzacamini, l'unico in Italia dedicato a questo mestiere. Ancora venerdì sera, ci sarà la Notte Nera, che dalle ore 18.30, proporrà musica live, botteghe alpine aperte tutta la notte e degustazioni tipiche in tutto il paese. Sabato 3 settembre, alle ore 10.30 ci sarà il tradizionale omaggio al Monumento del piccolo spazzacamino di Malesco, quindi la visita degli spazzacamino a Toceno e, alle ore 19.30, di nuovo a Santa Maria Maggiore, ristoro e musica dal vivo nel Parco di Villa Antonia. L'evento clou sarà il 4 settembre alle ore 10, con la sfilata degli spazzacamini con i loro attrezzi da lavoro e con gruppi folkloristici e bande musicali: le varie delegazioni sfileranno per le vie di Santa Maria Maggiore, passando per Piazza Risorgimento, dove saranno presentate al pubblico, per finire in Piazza Gennari. Quindi avrà luogo la rievocazione storica della pulitura dei camini, con gli attrezzi usati in passato: la raspa, una spatola di ferro col manico ad uncino da appendere alla cintura dei pantaloni; il riccio, insieme di lamelle a raggiera ricavate dalle molle di sveglie e orologi da campanile; la squareta, bastone allungabile alla cui sommità si agganciava il riccio; il brischetin; lo scopino; una lunga fune; dei pesi; il sach, sacco per riporvi la fuliggine.

L'ultimo giorno del raduno porterà gli ospiti a Stresa, sul Lago Maggiore: gli spazzacamino potranno così conoscere le bellezze del territorio e chissà che non ne siano promotori, tornati a casa. Tutte le info sul programma su www.santamariamaggiore.info.


Commenti