Il Giardino dell'Antico Egitto, che sarà una serra dal 2024, al Museo Egizio

Un nuovo spazio verde nel cuore di Torino da non perdere di vista, stavolta in uno dei suoi cortili più frequentati, quello del Museo Egizio. Il Cortile Aperto: Flora dell'antico Egitto è un giardino aperto gratuitamente nello spazio che porta verso la biglietteria, ed è il primo passo della trasformazione dell'intera corte, in vista delle celebrazioni per il bicentenario del Museo, nel 2024. Il cortile interno "del seicentesco palazzo del Collegio dei Nobili, che verrà coperta da una cupola in acciaio e vetro, al di sotto della quale ci sarà un giardino egizio permanente, di cui ora viene inaugurata una prima parte" anticipa il comunicato stampa. Tra le piante selezionate, "il loto azzurro, con i suoi fiori che si schiudono all'alba per poi richiudersi al tramonto, simbolo di rinascita e rigenerazione e non può mancare il papiro, che originariamente cresceva in fitte paludi lungo il Nilo o lungo il suo delta ed era la pianta araldica del Basso Egitto&qu

AccaAtelier apre gli studi degli artisti al territorio: il programma

AccaAtelier è partito come una piccola rete di artisti torinesi che intendevano far conoscere al pubblico i propri studi e il proprio lavoro. E in soli tre anni, è diventato una rete internazionale autogestita, con oltre 200 artisti di Piemonte, Italia ed Europa. La terza edizione della manifestazione si terrà dal 16 al 18 settembre 2016 e coinvolgerà i quartieri di Vanchiglia, San Salvario, San Donato, San Paolo, Barriera di Milano e Aurora, con una vera e propria festa dell'arte, che metterà direttamente in contatto chi crea e chi quelle creazioni vuole conoscere, sia collezionista, appassionato o curioso. Se filo conduttore c'è nella manifestazione di quest'anno, è l'apertura al territorio, una sorta di invito a muoversi tra i quartieri e di stabilire con essi relazioni: "Gli artisti di AccaAtelier non solo aprono le porte dei propri studi invitando il pubblico ad entrare, ma a loro volta escono fuori, parlano alle persone, portano l’arte in strada" spiega il comunicato stampa.


50 atelier, per un totale di 220 artisti e oltre 40 eventi tra performance, concerti, laboratori, aperitivi, workshop, tour in bicicletta sono il biglietto da visita di AccaAtelier 2016. Il cuore della manifestazione è piazza Foroni, dove si terrà l'inaugurazione di AccaAtelier 2016, con l'incontro Arte alla periferia: dalle ore 20.30 parleranno di arte, artisti e periferie Alessandro Bulgini, artista Maurizio Cilli(architetto), Silvia Casolari e Davide Monopoli (fondatori del MuseoLab del Fantastico e della Fantascienza), Erika Mattarella (responsabile Bagni Pubblici di Via Agliè), Lorena Tadorn (A.R.T. Attività e relazioni con il territorio).

Tra gli altri eventi in programma, il presidio artistico circolare in piazza Bottesini, il 17 settembre dalle ore 15.30, con Sarah Bowyer, Annalisa Bottini, Nella Caffarati, Elvira Sanchez Lopez e la poetessa Maria Abbrescia Maggi; alla stessa ora, in Largo Montebello, ci sarà un laboratorio di street art per bambini. Sabato e domenica, alle ore 15, con partenza da piazza Carlo Alberto angolo via Principe Amedeo, Bike Pride porterà in tour in bicicletta alla scoperta degli studi degli artisti (5,00 euro per i soci Bike Pride, 10,00 per i non soci – prenotazioni a cicloturismo@bikepride.it). E nell'intero weekend il Museo Ettore Fico, uno dei poli dell'arte contemporanea della Barriera di Milano, diventati fiore all'occhiello dell'intera città, offrirà il biglietto a 5 euro a tutti coloro che arriveranno con la mappa di AccaAtelier.

Tutte le info su AccaAtelier, con il programma di eventi, studio per studio, su www.accaatelier.com.


Commenti