Con Buonissima, tanti eventi enogastronomici con grandi chef e un'ambizione

Un nuovo appuntamento enogastronomico per valorizzare le tradizioni di Torino e inserire la passione per la buona cucina e i suoi dintorni in percorsi culturali e artistici. Buonissima , dal 27 al 31 ottobre 2021, è nato da un'idea di Matteo Baronetto, chef al ristorante Del Cambio, e dei critici enogastronomici Stefano Cavallito e Luca Iaccarino, con l'ambizioso obiettivo di fare di Torino la capitale italiana del gusto. E, per dare un'idea, nel ricco programma dei cinque giorni di cene e incontri, saranno presenti i fratelli Adrià, Ana Roš, la chef più apprezzata nella classifica dei 50 migliori ristoranti di Restaurant , gli chef italiani Mauro Uliassi, Norbert Niederkofler e Massimo Bottura, tutti con tre stelle. Il programma prevede due grandi cene evento, curate dagli chef già citati, con menù a 350 euro, una al Museo dell'Automobile e l'altra, già sold out, al Museo del Cinema; poi tredici cene nelle piole torinesi al prezzo fisso di 25 euro, con un fil

Torino Spiritualità e D'istinti animali: il programma e gli incontri

La dodicesima edizione di Torino Spiritualità inizia domani, 27 settembre 2016, con un'anteprima, lo spettacolo Lupus in Fabula, con Paolo Hendel e Bruno Maria Ferrario, al Teatro Carignano, alle ore 21. L'inaugurazione sarà il 28 settembre alle ore 18 nella chiesa di San Filippo Neri, con Uomini tra cani e lupi, un incontro-dialogo tra il ricercatore inglese Shaun Ellis, che ha vissuto 18 mesi tra i lupo, e il saggista americano Richard C. Francis, accompagnati dal direttore del Festival Armando Bonaiuto; alle ore 21, al Teatro Carignano, toccherà ad Angela Finocchiaro, che leggerà alcune pagine tratte da Cecità, romando di José Saramago.


Il filo conduttore di Torino Spiritualità 2016 è D'istinti animali. E probabilmente neanche voi, come me, sarete rimasti indifferenti al geniale uso dell'apostrofo. "D'istinti rinvia alla dimensione naturale, che ci accomuna alle altre creature, mentre, senza apostrofo, allude a differenti interpretazioni: "distinti" come lontani, separati oppure raffinati, eleganti. In quest'ultimo caso il riferimento è all'immagine che, con un po' di vanità, abbiamo di noi: creature che hanno addomesticato la pulsione naturale con la sofisticatezza della ragione, che alla pelliccia hanno preferito la giacca" spiega il comunicato stampa.

Durante i cinque giorni di manifestazione, dal 28 settembre al 2 ottobre 2016, dialoghi, lezioni, spettacoli e meditazioni, diffusi in tutta Torino, analizzeranno il nostro rapporto con gli animali e la loro stessa capacità "di rivelare qualcosa di nuovo su noi stessi e sul nostro modo di abitare il mondo". L'intensissimo programma propone quattro percorsi di indagine: "il primo esplora il ruolo che gli animali hanno all'interno delle differenti tradizioni spirituali, dal cristianesimo all'ebraismo, passando per le filosofie orientali; il secondo tratta del confine, labile, tra noi e loro; il terzo mette a confronto l'istinto ferino e la libertà selvaggia e, infine, il quarto analizza gli animali che hanno popolato l'immaginario dell'uomo, divenendo oggetti di espressioni artistiche.

Mi riesce difficile segnalare qualche incontro o spettacolo in questo calendario così ricco di appuntamenti. Ma posso dire che sono piuttosto incuriosita dal recital Minima Animalia, con Elio alla voce, Roberto Prosseda al pianoforte e con Luca Lombardi, (Teatro Carignano, 29 settembre 2016, ore 21) dall'incontro Questioni animalesche. Donne, migranti, corpi di confine, con le giornaliste Daniela Finocchi e Alessandra Pigliaru e con Francesca Bolino (Circolo dei Lettori, via Bogino 9, 1 ottobre, ore 18.30), dalla Casa delle Religioni, che Valentino Castellani, Maria Chiara Giorda, Francesco Profumo, Matteo Robiglio e i rappresentanti del Comitato Interfedi presenteranno il 2 ottobre alle ore 18 al Polo del 900 (via del Carmine 14).

Agli eventi di Torino Spiritualità partecipano numerosi ospiti illustri, dagli scrittori Michela Murgia e Giuseppe Culicchia allo scrittore e regista britannico Philip Hoare, dal critico Vittorio Sgarbi al musicista Elio, dagli attori Angela Finocchiaro e Neri Marcorè all'etologo Frans De Waal. Gli incontri sono in larga parte a ingresso gratuito. Per tutte le informazioni, c'è il bel sito web della manifestazione, in cui trovate anche il calendario completo degli eventi, www.torinospiritualita.org.


Commenti