Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Torino Spiritualità e D'istinti animali: il programma e gli incontri

La dodicesima edizione di Torino Spiritualità inizia domani, 27 settembre 2016, con un'anteprima, lo spettacolo Lupus in Fabula, con Paolo Hendel e Bruno Maria Ferrario, al Teatro Carignano, alle ore 21. L'inaugurazione sarà il 28 settembre alle ore 18 nella chiesa di San Filippo Neri, con Uomini tra cani e lupi, un incontro-dialogo tra il ricercatore inglese Shaun Ellis, che ha vissuto 18 mesi tra i lupo, e il saggista americano Richard C. Francis, accompagnati dal direttore del Festival Armando Bonaiuto; alle ore 21, al Teatro Carignano, toccherà ad Angela Finocchiaro, che leggerà alcune pagine tratte da Cecità, romando di José Saramago.


Il filo conduttore di Torino Spiritualità 2016 è D'istinti animali. E probabilmente neanche voi, come me, sarete rimasti indifferenti al geniale uso dell'apostrofo. "D'istinti rinvia alla dimensione naturale, che ci accomuna alle altre creature, mentre, senza apostrofo, allude a differenti interpretazioni: "distinti" come lontani, separati oppure raffinati, eleganti. In quest'ultimo caso il riferimento è all'immagine che, con un po' di vanità, abbiamo di noi: creature che hanno addomesticato la pulsione naturale con la sofisticatezza della ragione, che alla pelliccia hanno preferito la giacca" spiega il comunicato stampa.

Durante i cinque giorni di manifestazione, dal 28 settembre al 2 ottobre 2016, dialoghi, lezioni, spettacoli e meditazioni, diffusi in tutta Torino, analizzeranno il nostro rapporto con gli animali e la loro stessa capacità "di rivelare qualcosa di nuovo su noi stessi e sul nostro modo di abitare il mondo". L'intensissimo programma propone quattro percorsi di indagine: "il primo esplora il ruolo che gli animali hanno all'interno delle differenti tradizioni spirituali, dal cristianesimo all'ebraismo, passando per le filosofie orientali; il secondo tratta del confine, labile, tra noi e loro; il terzo mette a confronto l'istinto ferino e la libertà selvaggia e, infine, il quarto analizza gli animali che hanno popolato l'immaginario dell'uomo, divenendo oggetti di espressioni artistiche.

Mi riesce difficile segnalare qualche incontro o spettacolo in questo calendario così ricco di appuntamenti. Ma posso dire che sono piuttosto incuriosita dal recital Minima Animalia, con Elio alla voce, Roberto Prosseda al pianoforte e con Luca Lombardi, (Teatro Carignano, 29 settembre 2016, ore 21) dall'incontro Questioni animalesche. Donne, migranti, corpi di confine, con le giornaliste Daniela Finocchi e Alessandra Pigliaru e con Francesca Bolino (Circolo dei Lettori, via Bogino 9, 1 ottobre, ore 18.30), dalla Casa delle Religioni, che Valentino Castellani, Maria Chiara Giorda, Francesco Profumo, Matteo Robiglio e i rappresentanti del Comitato Interfedi presenteranno il 2 ottobre alle ore 18 al Polo del 900 (via del Carmine 14).

Agli eventi di Torino Spiritualità partecipano numerosi ospiti illustri, dagli scrittori Michela Murgia e Giuseppe Culicchia allo scrittore e regista britannico Philip Hoare, dal critico Vittorio Sgarbi al musicista Elio, dagli attori Angela Finocchiaro e Neri Marcorè all'etologo Frans De Waal. Gli incontri sono in larga parte a ingresso gratuito. Per tutte le informazioni, c'è il bel sito web della manifestazione, in cui trovate anche il calendario completo degli eventi, www.torinospiritualita.org.


Commenti