Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Torino come Blade Runner: il video della RAI per il Torino Film Festival

Inizierà il 18 novembre 2016, all'Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto, con la proiezione di Between us di Rafael Palacio Illingworth, e terminerà il 26 novembre al cinema Reposi con il film Free fire di Ben Wheatley. Tra i due film, il 34° Torino Film Festival presenterà 158 lungometraggi, 17 mediometraggi e 38 cortometraggi, che comprendono 43 anteprime mondiali, 25 anteprime internazionali, 8 anteprime europee e 73 anteprime italiane. Tra i film, anche Sully, la storia dell'ammaraggio sull'Hudson nel 2009 dell'aereo pilotato da Chelsey "Sully" Sullenberg, diretto da Clint Eastwood e interpretato da Tom Hanks e Aaron Eckhart; Roberto Bolle: l'arte della danza, il documentario diretto da Francesca Pedroni che segue il tour estivo della Bolle &Friends tra Pompei, le Terme di Caracalla e l'Arena di Verona.



Il programma completo è sull'esaustivo sito web del Festival, www.torinofilmfest.org, qui vi lascio il video della RAI, che introduce alla manifestazione. Ancora una volta, è uno spot che gioca con l'immagine di Torino, questa volta interpretata come una città stile Blade Runner: ci sono atmosfere freddissime e quasi oniriche, in cui le passerelle del Parco Dora sono anche immaginabili; lo sono un po' meno i portici di via Po, per questo questa loro versione è più sorprendente e affascinante. Poi ci sono la Mole e le cose che noi umani non possiamo neanche immaginare.


Commenti