Con Buonissima, tanti eventi enogastronomici con grandi chef e un'ambizione

Un nuovo appuntamento enogastronomico per valorizzare le tradizioni di Torino e inserire la passione per la buona cucina e i suoi dintorni in percorsi culturali e artistici. Buonissima , dal 27 al 31 ottobre 2021, è nato da un'idea di Matteo Baronetto, chef al ristorante Del Cambio, e dei critici enogastronomici Stefano Cavallito e Luca Iaccarino, con l'ambizioso obiettivo di fare di Torino la capitale italiana del gusto. E, per dare un'idea, nel ricco programma dei cinque giorni di cene e incontri, saranno presenti i fratelli Adrià, Ana Roš, la chef più apprezzata nella classifica dei 50 migliori ristoranti di Restaurant , gli chef italiani Mauro Uliassi, Norbert Niederkofler e Massimo Bottura, tutti con tre stelle. Il programma prevede due grandi cene evento, curate dagli chef già citati, con menù a 350 euro, una al Museo dell'Automobile e l'altra, già sold out, al Museo del Cinema; poi tredici cene nelle piole torinesi al prezzo fisso di 25 euro, con un fil

Torino come Blade Runner: il video della RAI per il Torino Film Festival

Inizierà il 18 novembre 2016, all'Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto, con la proiezione di Between us di Rafael Palacio Illingworth, e terminerà il 26 novembre al cinema Reposi con il film Free fire di Ben Wheatley. Tra i due film, il 34° Torino Film Festival presenterà 158 lungometraggi, 17 mediometraggi e 38 cortometraggi, che comprendono 43 anteprime mondiali, 25 anteprime internazionali, 8 anteprime europee e 73 anteprime italiane. Tra i film, anche Sully, la storia dell'ammaraggio sull'Hudson nel 2009 dell'aereo pilotato da Chelsey "Sully" Sullenberg, diretto da Clint Eastwood e interpretato da Tom Hanks e Aaron Eckhart; Roberto Bolle: l'arte della danza, il documentario diretto da Francesca Pedroni che segue il tour estivo della Bolle &Friends tra Pompei, le Terme di Caracalla e l'Arena di Verona.



Il programma completo è sull'esaustivo sito web del Festival, www.torinofilmfest.org, qui vi lascio il video della RAI, che introduce alla manifestazione. Ancora una volta, è uno spot che gioca con l'immagine di Torino, questa volta interpretata come una città stile Blade Runner: ci sono atmosfere freddissime e quasi oniriche, in cui le passerelle del Parco Dora sono anche immaginabili; lo sono un po' meno i portici di via Po, per questo questa loro versione è più sorprendente e affascinante. Poi ci sono la Mole e le cose che noi umani non possiamo neanche immaginare.


Commenti