Incontri da non perdere, al Festival del Classico

Libertà e Schiavitù è il tema del Festival del Classico, a Torino dal 2 al 5 dicembre 2021, al Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, e in diverse altre sedi sparse per la città. Alla sua quarta edizione, la manifestazione, che usa il pensiero degli antichi per analizzare i fenomeni del presente, offrirà oltre 40 incontri "tra lezioni magistrali, letture, dialoghi, dispute dialettiche e seminari, per riflettere su antiche e nuove disuguaglianze, per mettere a confronto le libertà degli antichi e dei moderni, per dare voce ai classici" anticipa il comunicato stampa. Consideriamo la schiavitù una realtà del mondo antico, quando gli sconfitti diventavano schiavi dei vincitori, quando i padroni avevano potere di vita e di morte sui propri schiavi, avendo il potere di venderli al miglior offerente o di regalare loro la libertà. "La schiavitù nel mondo occidentale è sempre esistita? È ancora presente, al giorno d'oggi, sotto nuove forme? Qual è il risultato della globalizz

Giornata della Guida Turistica: due visite gratuite speciali a Torino

Oltre all'occasione di scoprire la propria città, quest'anno c'è un'ulteriore ragione, molto importante, per partecipare alla Giornata Internazionale della Guida Turistica, che si terrà a Torino il 18 febbraio 2017. L'offerta libera per la visita guidata sarà infatti devoluta al restauro del tetto della chiesa di Santa Maria delle Grazie, a Caso, in Umbria, in una delle zone colpite dai terremoti che da agosto stanno scuotendo il Centro Italia. Il tetto della chiesa di Caso, frazione di Sant'Anatolia di Narco, in Valnerina, è crollato dopo le scosse del 30 ottobre e oggi è sostituito da semplici teloni, mettendo così a rischio i preziosi affreschi del XV secolo che decorano l'interno.

Una giornata di turismo e di solidarietà, dunque, quella della Guida Turistica, nata 28 anni fa, per valorizzare una professione importante, che divulga cultura e saperi di un territorio. Le guide torinesi, aderenti a Federagit Piemonte, condurranno due visite gratuite in città.


La prima, dalle ore 9.30 alle 12.30 di sabato 18 febbraio, con partenza ogni 30 minuti e durata di circa un'ora, porterà alla scoperta di Palazzo di Città, sede del Consiglo Comunale. Progettato da Francesco Lanfranchi nel XVII secolo, sostituì un palazzo medievale che aveva le stesse funzioni ed è da inscrivere nell'opera di rinnovamento dell'immagine di Torino, voluta dai Duchi di Savoia per la loro capitale. "Dietro l'aulica facciata si snoda infatti il percorso caratterizzato dall'atrio d’ingresso e dallo scalone d'onore che conducono al loggiato e al salone principale, con affaccio sulla piazza tramite un'ampia balconata, simbolo dell'apertura del Palazzo verso la città" spiega il comunicato stampa di Federagit Piemonte.

Il pomeriggio è invece dedicato a una passeggiata in uno dei quartieri più amati di Torino, il Quadrilatero Romano, rinato a nuova vita da qualche anno, grazie all'arrivo di locali, laboratori, creativi, che gli hanno dato nuova vitalità. Le guide turistiche ripercorreranno la storia del quartiere, alla ricerca di dettagli e scorci poco conosciuti e alla scoperta dell'atmosfera creativa e multiculturale, tra strade di impianto romano, palazzi seicenteschi e locali contemporanei. Le visite partiranno ogni 30 minuti, dalle ore 15 alle 17, con appuntamento in piazza Palazzo di Città e circa un'ora di durata.

Tutte le info su www.federagitpiemonte.it.


Commenti