Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Inside the house: i 10 progetti vincitori ad Architettura in Città

Dal 24 al 27 maggio 2017, Architettura in Città proporrà ai torinesi e ai turisti numerose iniziative per avvicinarli all'architettura e alle sue tematiche.

Uno dei progetti più interessanti del Festival, voluto dall'Ordine degli Architetti di Torino, è Inside the house, che propone 10 progetti architettonici fotografati da altrettanti fotografi. Alla giuria che doveva selezionare i progetti, composta da Nina Bassoli, Davide Rommaso Ferrado di Festival Architettura in Città e da Aranna Visani di Camera Centro Italiano per la Fotografia, sono arrivate 25 proposte. I 10 vincitori sono progetti sparsi in tutta Torino, in edifici nuovi e non, che testimoniano il rinnovamento della città e la creatività dei progettisti, che hanno reinventato la vita contemporanea in spazi del passato.

I fotoreportage saranno costituiti da 4 fotografie, una esposta nello Spazio Q35, sede principale del Festival, e le altre 3 nello studio dell'architetto, così da costituire una sorta di mostra diffusa, per raccontare e valorizzare il lavoro degli architetti. I progetti vincitori sono i seguenti:

48 working/livingProgettista: Elisa Enrietto; fotografo: Jana Sebestova
Un piccolo appartamento nel centro di Torino, trasformato per ospitare contemporaneamente uno studio e un’abitazione. L’opera è stata completata nel 2015.

Bertola 40
Progettista: Studio Lageard; fotografo: Mario Forcherio
Una 'villa urbana' progettata sulla rifunzionalizzazione degli spazi tecnici collocati sulla copertura di un edificio ottocentesco e capace di garantire un alto livello di privacy.

Casa Bossi
Progettista: UNDUO; Fotografo: Andrea Ferrari
In via Cibrario, Casa Bossi, nata dalla ristrutturazione del primo piano di un villino ndipendente, mette in dialogo elementi liberty e interventi contemporanei.

Casa Hollywood
Progettista: Luciano Pia; fotografo: Elena Muzzarelli
In corso Regina Margherita, Casa Hollywood sorge sulle tracce del Teatro Torinese ottocentesco bombardato durante la seconda guerra mondiale.

Casa MNVL
Progettista: Luca Macrì; fotografo: Giorgia Mannavola
Le numerose stanze di un appartamento di via Po sono state fatte confluire in un unico ambiente.

Case a schiera a San Vito
Progettista: Pietro Derossi; fotografo: Paolo Mussat Sartor
Due edifici sulla collina torinese, ognuno dotato di quattro appartamenti, parla della contaminazione tra la casa unifamiliare e l'abitazione collettiva con servizi centralizzati.

Elsa
Progettista: Blaarchitettura; fotografo: Beppe Giardino
La ristrutturazione di un appartamento collocato in un fabbricato degli anni '50, in una zona di Cuneo molto verde e ben posizionata.

La casa dei gemelli
Progettista: Crotti+Forsans Architetti; fotografo: Maura Banf
La ristrutturazione di due appartamenti adiacenti nel centro storico di Torino, in via Garibaldi.

Pentagramma
Progettista: CIVICO13; fotografo: Silvia Pastore
L'abitazione è stata realizzata nel 2012 a Torino su commissione di una giovane famiglia

Residenza temporanea
Progettista: De Ferrari Architetti; fotografo: Fabio Oggero
La residenza temporanea sorge in via San Pio V a Torino e conta 24 alloggi con spazi comuni aperti anche al quartiere; è stata premiata nel 2015 dall’INU per il suo inserimento nel contesto urbano,


Commenti