Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Il Treno del Foliage da Domodossola a Locarno, tra paesaggi e sapori d'autunno

È l'ultimo weekend d'estate e si pensa già all'autunno e al fascino della natura che cambia colore per prepararsi all'inverno. Uno degli appuntamenti più magici della stagione è nel Verbano Cusio Ossola, dove la Vigezzina collega Domodossola con Locarno con un treno speciale, pensato proprio per apprezzare l'autunno in tutti i suoi colori. Si chiama il Treno del Foliage e dal 16 ottobre al 19 novembre 2017 attraverserà la Val Vigezzo e le Centovalli, fermandosi nelle cittadine più importanti e significative: oltre al capolinea, Domodossola, ci sono anche Santa Maria Maggiore, dove si trova il Museo dello Spazzacamino, aperto tutti i weekend in occasione del Treno del Foliage, Malesco, con il suo Museo della Pietra Ollare e degli Scalpellino, Villette, con le sue meridiane, e, già nelle Centovalli, Intragna e il suo Museo Etnografico delle Centovalli e Pedemonte. Tutt'intorno il paesaggio magico dell'autunno, tra valli e montagne, fino a Locarno e al suo lago.


52 km e ben 83 ponti per circa due ore di viaggio a bordo Treno del foliage, alla scoperta di un angolo affascinante del Piemonte nella più suggestiva delle stagioni. Una scoperta che non riguarda solo i colori dell'autunno, ma anche i sapori di questo territorio. Il biglietto del treno dà infatti diritto a una serie di sconti e agevolazioni: pasticcerie, ristoranti, alberghi e B&B hanno studiato proposte ad hoc per i passeggeri del Treno del foliage. Qualche esempio preso dalla pagina in cui trovate tutte le agevolazioni: le Cantine Enoteca Garrone di Domodossola offrono uno sconto del 5% sui vini ossolani e una degustazione in omaggio; l'Hotel Ristorante Miramonti di Santa Maria Maggiore, aperto fino al 29 ottobre 2017, offre a chi prenota un pernottamento un omaggio a camera composto da un pane nero di Coimo e un Crescenzin, mentre chi consumerà nel ristorante due portate dal menù alla carta avrà in omaggio una bottiglia di Munaloss, una marmellata artigianale BorgoMonti o un miele dell'Apicoltura Prina; a Locarno, l'Hotel City offre il 15% su un pernottamento e il Ticino Ticket.


I biglietti del Treno del Foliage sono in vendita sia online che nella biglietteria della Stazione di Domodossola, costano 25 euro a persona e permettono la libera circolazione sull'intera tratta Domodossola-Locarno (si può scendere e risalire nelle varie stazioni); per i ragazzi tra i 6 e 16 anni il biglietto costa 12,50 euro, mentre gli under 6 viaggiano gratis. Data l'alta affluenza prevista nei fine settimana, dalla Vigezzina consigliano la prenotazione dei posti a sedere, che costa 4 euro a tratta. Tutte le info su www.vigezzinacentovalli.comsulla Pagina Facebook della Vigezzina.


Commenti