La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Quando c'era Flor 61, al posto del Giardino Roccioso (e i tulipani)

I tulipani fiori di successo di questi anni, a Torino? Li guardi e pensi a Messer Tulipano, che da qualche anno, dal Castello di Pralormo, li ha resi non più esotici fiori olandesi, ma annuncio della bella stagione anche nei dintorni della città. Per non parlare di piazza Emanuele Filiberto, in questi giorni colorata da migliaia di tulipani, regalo, ça va sans dire, di Pralormo. Ma non pensate che questi fiori belli, colorati e resistenti si siano affacciati solo recentemente sulla scena torinese. Nel 1961, furono tra i protagonisti di Flor 61, la grande esposizione floreale organizzata per celebrare i 100 anni dall'Unità d'Italia, nell'ambito di Italia 61.

tulipani a Flor61 tulipani a Flor61

Per i tulipani fu creata un'intera aiuola, proprio all'ingresso di Flor 61. Oggi non ci sono più né i tulipani né Flor 61, il cui successo fu però tale che si volle conservare il ricordo nel Giardino Roccioso. Accanto al Borgo Medievale, nel Parco del Valentino, conserva il suo aspetto di piccola valle con fontane, ruscelli, sentieri, prati e tante aiuole, che in questa stagione si riempiono di fiori e di angoli d'ombra, in cui è piacevole sostare e passeggiare, alla scoperta di strane sculture.

Giardino Roccioso Torino Giardino Roccioso Torino



Commenti

  1. Cosas buenas, fue bueno ver este artículo. Fue realmente apreciable. Muchas gracias por compartir un artículo tan informativo. Floreria

    RispondiElimina

Posta un commento