Parigi era viva, che bella mostra al Museo Accorsi-Ometto!

Al Museo Accorsi-Ometto, che si visita sempre meno di quanto si dovrebbe, ha appena aperto una mostra che è una delle belle sorprese dell'autunno torinese. Si intitola Parigi era viva  e offre un bel percorso nella pittura di Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi ovvero degli Italiens de Paris , che tra il 1928 e il 1933 hanno indicato la direzione della pittura italiana del Novecento. Curioso pensare che sia stata Parigi a cambiare il destino della pittura italiana novecentesca, ma cosa non ha fatto e quali influenze non ha esercitato la capitale francese nella prima parte del XX secolo sulla cultura europea? I sette italiani erano arrivati a Parigi in tempi diversi, ma in qualche modo si incrociarono proprio in quel quinquennio che la mostra torinese indaga, restituendo, come racconta il comunicato stampa, "il clima artistico, propositivo, dialogante e provocatorio, di un crocevia spazio-tempora

Il villaggio di Natale in miniatura nelle vetrine di Biraghi

Da qualche mese il locale che fu di Paissa, in piazza san Carlo, è in ristrutturazione, in vista dell'apertura di un negozio Biraghi, la più importante azienda piemontese di trasformazione casearia. Se passate in questi giorni davanti alle sue vetrine, potrete vedere uno degli allestimenti natalizi più belli del centro. Dietro ai vetri, diversi villaggi invernali animati, dotati di tutto il necessario per il nostro immaginario della stagione: la neve, gli abeti, gli sciatori, le giostrine, le risalite, la ruota panoramica, i pattinatori sulla pista ghiacciata. Non manca niente in queste deliziose miniature Lemax, azienda leader del settore, e si rimane incantati a osservarle.

Natale Biraghi

La ricreazione, spiegano da Biraghi, ha tre temi principali, La montagna, Babbo Natale e i suoi elfi, Il villaggio cittadino; sullo sfondo il profilo delle Alpi occidentali, che rende ancora più invernali e magiche le miniature. Impossibile passare davanti alle vetrine di Biraghi senza fermarsi e non vi racconto la fatica di scattare le foto, date le persone che mano a mano si fermavano, per un selfie e per fotografare un dettaglio, un'animazione. Bell'idea natalizia, da Biraghi!

Natale Biraghi Natale Biraghi



Commenti