Almateatro festeggia 25 anni: gli spettacoli, gli eventi, le riflessioni

Almateatro compie 25 anni e li celebra con un ricco calendario di appuntamenti, in cui racconta la sua storia e i suoi progetti. 25 anni sono un anniversario prestigioso per qualunque compagnia teatrale, ma Almateatro è qualcosa di più, è un gioiellino della cultura torinese, testimonianza del valore delle donne e della ricchezza dell'incontro culturale. Nato da una proposta di Gabriella Bordin e Rosanna Rabezzana, Almateatro è stato fondato da 25 donne, provenienti da tutti i Sud del mondo, geografici e metaforici (Marocco, Montenegro, Kenia, Argentina, Somalia, Nigeria, Etiopia, Eritrea, Cile, Perù, Colombia, Filippine, Russia, Italia); oggi vi aderiscono Gabriella Bordin, Adriana Calero, Enza Levatè, Suad Omar, Elena Ruzza, Vesna Scepanovic, Flor Vidaurre, Ilaria Capraro, Xi Hu, Deka Mohamed, Ikram Mohamed, Songul Murat, Sara Outabarrhist, Anna Sofia Solano, Luisa Zhou.

Almateatro Almateatro

Oggi, il gruppo intende "raccontare le ingiustizie e le discriminazioni di questa società, gli squilibri tra il sud e il nord del mondo, le guerre locali e globali, i retaggi coloniali e post-coloniali, le disattenzioni e le distruzioni dell’ambiente, la capacità di ritornare alla terra praticando economie sostenibili, le domande e i saperi delle seconde generazioni, sottolineando le risorse e le ricchezze delle donne". Le donne immigrate non come oggetti di discriminazione e razzismo, ma come soggetti culturali, capaci di proporre un immaginario diverso, che abbia come obiettivo i diritti, il rispetto, i sogni di amore, futuro, comunità. Non si può non celebrare quest'importante anniversario di Almateatro ed ecco il calendario degli eventi, con cui la compagnia racconterà i suoi 25 anni di vita.

3 febbraio 2019, ore 20.30
Dal quartiere al mondo
Almateatro si racconta in video e presenta alcuni documenti video che raccontano i progetti realizzati nell'arco di 25 anni di attività: Dal teatro di comunità alle ospitalità di artiste e attiviste internazionali.
Casa del Quartiere di San Salvario, via Morgandi 14

17 febbraio 2019, ore 18
Il sogno di Ariel
A cura di Enza Levatè e Gabriella Bordin – Almateatro. Performance di teatro e video realizzata con un gruppo di donne rifugiate, ospiti del Centro di Accoglienza della cooperativa L'isola di Ariel e con donne del territorio della Città di Ivrea.
Associazione Impresa&Territorio, via Foligno 14

22 febbraio 2019, ore 21
Perle, fiori e storie delle donne etiopi
con Gabriella Ghermandi, scrittrice e attrice italo-etiope. Seguendo l'arte della metafora tipica della tradizione culturale etiope, scrive e interpreta spettacoli di narrazione e nel 2012 ha dato vita a Atse Tewodros Project, un'esperienza che coinvolge musicisti etiopi e italiani sui temi della memoria storica, della tradizione e della convivenza tra culture.
Circolo dei Lettori, via Bogino 9

8 marzo 2019, ore 19
Voci poetiche e ribelli del Perù e America Latina
a cura di Associazione Illary e Almateatro
Gruppo Abele, corso Trapani 91b

9 marzo 2019, ore 20.30
Autobiografia di una rivoluzionaria
Almateatro legge Angela Yvonne Davis, leggendaria attivista della lotta degli afroamericani contro il razzismo
Mostra fotografica
Nel salone della Casa del Quartiere, dal 9 al 19 marzo ci sarà una mostra fotografica con le immagini di spettacoli e momenti dell'attività di Almateatro. Fotografie di Valeria Sangiorgi e di Vincenzo Solano
Casa del Quartiere di San Salvario, via Morgandi 14

20 marzo 2019, ore 17
Righibé a Torino
Proiezione del video che documenta Righibé, il primo spettacolo di Almateatro andato in scena l'8 marzo 1994 al Teatro Adua di Torino.
Presentazione del libro di Erika Bernacchi Femminismo interculturale. Una sfida possibile? L'esperienza delle associazioni interculturali di donne in Italia Ed. Aracne
Centro Interculturale delle Donne Alma Mater, via Norberto Rosa 13a

14 aprile 2019, ore 18
Presentazione ed estratto dello spettacolo La Giovine Italia
Con la regista Gabriella Bordin, alcune delle protagoniste dello spettacolo, sin dal suo debutto, il 29 giugno 2016 al Teatro Vittoria. Lo spettacolo racconta il rapporto fra prime e seconde generazioni delle immigrazioni sia interne che dall'estero, attraverso il legame tra le madri e le figlie. Ingresso gratuito, uscita a cappello. Prenotazione obbligatoria info@maigretemagritte.org
Maigret & Magritte, corso Moncalieri 190

17-18-19 aprile 2019, ore 21
Prima fu la volta dei migranti – Inchiesta sull'Europa dei muri
Lezione in forma teatrale: vuole rendere memoria di scelte politiche, responsabilità e fatti che, in vent'anni di storia, hanno permesso il contesto che oggi si sta affermando nell’Unione europea, dove i muri stanno avendo la meglio sui diritti e molte nazioni hanno costruito sulle loro frontiere barriere per impedire l’ingresso dei migranti nei loro territori. L’intera inchiesta si sviluppa sulla base di una rigorosa documentazione.
Drammaturgia: Davide Rigallo; Regia: Gabriella Bordin; In scena Suad Omar, Elena Ruzza; Coro in video: Ayoub Moussaid, Lamin Sidi- Mamman, Ilias Bekkali, Adelina Dumitru, Klevisa Ruci, Xi Hu, Luisa Zhou, Ikram Mohamed, Anna Sofia Solano, Sara Outabarrhist, Ilaria Capraro, Felix Caluori.
Teatro Baretti, via Baretti 4


Commenti