La Grande Invasione porta a Ivrea scrittori, mostre, spettacoli

Il prossimo weekend, dal 31 maggio al 2 giugno 2019, Ivrea e i suoi dintorni ospitano la settima edizione di La grande invasione, fascinoso Festival della lettura, che conta sulla presenza di scrittori, giornalisti intellettuali di prestigio nazionale e internazionale (tra loro, lo svedese Bjorn Larsson e gli statunitensi Damon Krukowski, Stefan Merrill Block e Ottessa Moshfegh). Filo conduttore di quest'anno è È una parola!, "non solo la parola scritta ma quella letta, detta, data, pesata, la parola del giorno e quella tolta di bocca" spiega il comunicato stampa.

La grande invasione 2019

Tra gli appuntamenti più interessanti, come sempre, Colazione e giornali, ovvero la lettura a colazione delle pagine culturali (e sportive) dei quotidiani, insieme agli ospiti, che quest'anno sono Gianni Mura, Darwin Pastorin e lo scrittore francese Olivier Guez. Si viaggerà tra le parole in incontri articolati su tre appuntamenti con lo scrittore Matteo Nucci (La crisi: Effimero, Panico, Simbolo; Santa Marta, ingresso 5 euro), il sociologo Andrea Staid (ABC: Accoglienza, Braccia, Confine; a San Gaudenzio, ingresso 5 euro) e la giornalista Silvia Bencivelli (Corpo, Tempo, Gesto; Santa Marta, ingresso 5 euro), mentre Luca Scarlini guiderà il percorso le parole dell'arte con un ciclo di incontri su tre grandi artiste: Sofonisba Anguissola, Giulia Lama, Elisabetta Sirani (tutti e tre gli incontri al Teatro Giacosa, ingresso 5 euro).

Torneranno anche i pranzi letterari in città, con i dodici finalisti del Premio Strega, che racconteranno il proprio libro attraverso una parola chiave (pranzo 18 euro a persona). I locali eporediesi saranno ancora protagonisti, con i gruppi di lettura: @TwoReaders ha scelto come tema Anniversari (declinata in Secolo, Luna, Muro) mentre Il club dei libri ha declinato le sue interviste impossibili con Caduta, Disintegrazione, Crollo. In programma anche i focus sugli editori ospiti e La nostra carriera di lettori, in cui grandi ospiti, tra cui Edoardo Albinati, Bjorn Larsson e Frankie hi-nrg mc tracciano un percorso tra le proprie letture. E, pensando ai grandi ospiti, da segnalare anche l'incontro tra il linguista Ugo Cardinale, il giornalista Jacopo Iacoboni e la sociologa Chiara Saraceno ha per tema Neologie e neologismi: le parole della politica e della società.

Anche gli spettacoli in programma hanno una parola di riferimento: Notte per Concita De Gregorio, Volo per Francesca Brizzolara, Capolavori per Mauro Berruto, Rido per l'omaggio a Giorgio Faletti di Dario Cassini e Roberta Bellesini Faletti, Altrui per Neri Marcorè. Durante La grande invasione, ci sarà la mostra Piccoli tasti, grandi firme. L'epoca d'oro del giornalismo italiano (1950-1990), che, al Museo Civico Garda, rende omaggio ai grandi giornalisti italiani, da Guareschi a Biagi, da Terzani a Fallaci.

Non solo Ivrea, si accennava all'inizio. Anche quest'anno Vistaterra, nel Castello di Parella, partecipa alla manifestazione, ospitando il concerto speciale Le mie canzoni altrui di Neri Marcorè, il 30 maggio, una sorta di inaugurazione del Festival. Poi ci saranno i tre appuntamenti all'ora di pranzo con Luca Scarlini, che racconterà il rapporto con il cibo di personaggi della storia e della letteratura; qui, infine, anche uno dei must della manifestazione, la lettura Io uccido (ma leggo e rido), dedicata a Giorgio Faletti da Roberta Bellesini Faletti e Dario Cassini.

La Piccola Invasione, che avvicina i più piccoli alla lettura, si arricchisce quest'anno di spettacoli e laboratori, con ospiti come Chiara Carminati, Franco Lorenzoni, Daniele Aristarco e Andrea Antinori; presente anche il cinema con una rassegna di cortometraggi per bambini. Tanti gli appuntamenti di La grande invasione 2019, li trovate su www.lagrandeinvasione.it, da dove potete anche scaricare il programma in .pdf.


Commenti