La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Drone Grand Prix: come seguire la Drone Race di Torino

Dal 2016, la Drone Champions League è una sorta di Campionato Mondiale di Formula 1 dei droni, che permette di vedere questi veicoli sfidarsi a velocità che possono raggiungere i 160 km/h, guidati da remoto dai piloti più abili del mondo. Il 12-13 luglio 2019, il Campionato Mondiale arriverà per la prima volta in Italia e avrà Torino come sua unica tappa (le altre sono 12-13 settembre: Neom, Arabia Saudita; 18-19 ottobre: Vaduz, Liechtenstein; 13-14 dicembre: Singapore; in precedenza ci sono state 22-24 febbraio: Cannes, Francia; 29-30 marzo: Laax, Svizzera).

Torino Drone Race

Per l'Italia, oltre che per Torino, il weekend della Drone Race sarà un'occasione per ora unica per vedere da vicino questa competizione e scoprire abilità dei piloti e velocità dei droni. Otto squadre si sfideranno su una pista appositamente costruita ai Murazzi, portando a Torino il più alto livello di competizione, come avere le Ferrari e le Mercedes dei droni in casa per due giorni, insomma. Ma non è solo la gara, è anche il Drone Village, che sarà allestito in corso Cairoli e che permetterà a tutto il pubblico, appassionati e non, torinesi e turisti, di vedere da vicino i campioni, le squadre, i droni. Ci sarà street food e un angolo salotto attrezzato con gli ombrelloni per rinfrescarsi con una bibita, ci saranno lezioni per imparare a far volare i droni, ci saranno sessioni di foto e autografi con i piloti. Si potrà anche giocare al DCL The Game, il videogioco con voli virtuali nelle piste reali (e Torino entra a far parte delle ambientazioni di questo gioco, grazie al weekend di gara). Solo il 13 luglio 2019, nel Drone Park Italy, sempre nel Drone Village, i bambini dai 4 anni potranno giocare con i mini-droni su pista gratuitamente (il Park può ospitare un massimo di 300 persone al giorno, quindi è necessario arrivare presto).

La Drone Champions League ha un sito web in inglese, www.dcl.aero, in cui trovate tutte le informazioni per seguire il campionato e per saperne di più; sulla pagina Facebook, con oltre 1,1 milioni di followers, tutte le info in tempo reale e i primi dati sulla gara torinese www.facebook.com.


Commenti