Il Giardino dell'Antico Egitto, che sarà una serra dal 2024, al Museo Egizio

Un nuovo spazio verde nel cuore di Torino da non perdere di vista, stavolta in uno dei suoi cortili più frequentati, quello del Museo Egizio. Il Cortile Aperto: Flora dell'antico Egitto è un giardino aperto gratuitamente nello spazio che porta verso la biglietteria, ed è il primo passo della trasformazione dell'intera corte, in vista delle celebrazioni per il bicentenario del Museo, nel 2024. Il cortile interno "del seicentesco palazzo del Collegio dei Nobili, che verrà coperta da una cupola in acciaio e vetro, al di sotto della quale ci sarà un giardino egizio permanente, di cui ora viene inaugurata una prima parte" anticipa il comunicato stampa. Tra le piante selezionate, "il loto azzurro, con i suoi fiori che si schiudono all'alba per poi richiudersi al tramonto, simbolo di rinascita e rigenerazione e non può mancare il papiro, che originariamente cresceva in fitte paludi lungo il Nilo o lungo il suo delta ed era la pianta araldica del Basso Egitto&qu

Nel bookshop del Museo Fico, anche i marchi torinesi del design e dei bijoux

Qualche giorno fa ero al Museo Ettore Fico, per visitare la mostra Me two, che espone parte della grandiosa collezione fotografica di Ernesto Esposito (l'ho consigliata nelle 5 mostre da non perdere nel periodo natalizio, consiglio valido fino al 26 gennaio 2020!). All'uscita, ho fatto quello che faccio raramente nei Musei: mi sono attardata nel bookshop. Ed è stata una bella scoperta. In genere nei bookshop gli enti culturali vendono (giustamente) se stessi, promuovono il proprio marchio, sia attraverso i souvenirs o i gadgets delle mostre in corso, sia attraverso libri che approfondiscono i temi accennati durante la visita museale.

Bookshop Museo Ettore Fico Bookshop Museo Ettore Fico

Il Museo Fico non si limita a questo. In alcune vetrine ci sono bijoux di brand torinesi, già conosciuti attraverso i social e le vetrine cittadine: le geometrie precise di Evgenia Elkind, le curve morbide di Valentina Laganà, le pietre di Valeria Eva Rossi e il suo brand, Pietraquadra. Una bella sorpresa per lo spazio dato al design e alla creatività torinesi (tutte donne, per di più!), in uno spazio culturale che è vetrina dell'arte contemporanea. Una scelta brillante, coerente con gli obiettivi del Museo e che sottolinea il suo rapporto con il territorio.

Bookshop Museo Ettore Fico Bookshop Museo Ettore Fico

Se visitate il Museo Fico (via Cigna 114) e le sue mostre, non dimenticate di dare un'occhiata alle vetrine del bookshop e alle proposte made in Torino!


Commenti