Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Torino, tra le 8 città di Hola da visitare nel 2020

Non solo le classiche capitali da weekend, ma anche altre città da scoprire, per superare luoghi comuni e ampliare orizzonti. È l'idea web di Hola, magazine spagnolo tra i più letti del Paese, per il nuovo anno che inizia: tra le otto città selezionate per uscire dagli schemi, c'è anche Torino, insieme a località insolite, eppure meritevoli di ogni attenzione (alcune sono nella mia wish list 2020), come Amburgo, Goteborg, Lussemburgo, Liverpool, Nantes, Vilnius e Belfast.

Torino Hola

Perché c'è Torino tra le magnifiche otto? Perché è stata recentemente indicata come la seconda miglior città in cui andare per fare shopping (via Roma, piazza San Carlo e via Garibaldi sono le imperdibili). E, dopo una giornata di acquisti, sottolinea il settimanale spagnolo, niente di meglio che perdersi tra i Musei cittadini: Palazzo Reale, Museo Egizio, Palazzo Carignano, la Mole Antonelliana con le sue viste e il Museo del Cinema, il Duomo e la chiesa dei Cappuccini, "posto dal quale godersi una delle migliori viste sulla città".

Informazione utile a chi di dovere, si tratti dell'Aeroporto di Torino o chiunque si occupi della promozione turistica e delle sue necessarie politiche: tra le otto città indicate da Hola, Torino è quella più cara da raggiungere, 99 euro il biglietto di Iberia da Madrid (no, ma continuiamo a non avere una base low cost a Caselle, mi raccomando!), più cara persino di Amburgo o Vilnius, ben più lontane; ed è anche l'unica città, con Nantes (che non è la 4° città di Francia...), per la quale alla voce "come raggiungerla" non si cita una compagnia low cost.


Commenti