Lungo i Sentieri dei Frescanti, gli affreschi e i tesori d'arte più antichi del Roero

Un'estate che non invita i più prudenti ai viaggi all'estero quanto alla (ri)scoperta del proprio territorio. E tra le cose da scoprire alle porte di Torino, ci sono i Sentieri dei Frescanti, che si sviluppano nel Roero e che per tutta l'estate aprono le porte di piccole chiese, cappelle e santuari che punteggiano le colline tra Alba e Asti, a circa un'ora di macchina dal capoluogo piemontese. È un circuito davvero affascinante, che svela la storia millenaria e le culture di un'area famosa per la bellezza del suo paesaggio e la ricchezza della sua enogastronomia. Affreschi nella Cappella di San Servasio a Castellinaldo d'Alba (sin) il Santuario della Madonna di Tavoletto, a Sommariva Perno (des) Mi piace come il comunicato stampa descrive questa ricchezza storica e culturale, un vero affresco di genti: i Sentieri dei Frescanti "si snodano infatti attraverso castelli, chiese cittadine, cappelle campestri, un tempo asilo e protezione per i pellegrini che p

Gli spettacoli di opera lirica della stagione 2019-20 del Teatro Regio, su youtube

Questa è un po' la settimana del Teatro Regio, che il 10 aprile (domani) celebrerà i 47 anni dalla sua riapertura, nell'edificio disegnato da Carlo Mollino, e che si sta distinguendo tra gli enti torinesi, impegnati in prove di creatività, generosità e resilienza. Davvero belle le cose che sta facendo, sia off che online.

Prima offline: le sartorie del Teatro, che hanno prodotto alcuni dei costumi più belli degli spettacoli italiani d'opera, si sono rapidamente convertite per realizzare centinaia di mascherine, distribuite poi gratuitamente dalle Farmacie Vecco, in via Roma 24, e Sartoris, in via Po 4. "Un piccolo gesto che vuole testimoniare la nostra vicinanza ai cittadini" dice nel sito web del Teatro il sovrintendente Sebastian F. Schwarz "Le sarte del Regio si sono subito rese disponibili a realizzare a casa propria le mascherine per uso quotidiano, cerchiamo di realizzarne il più possibile e dovremmo riuscire a produrne circa 2.000 alla settimana, una volta realizzate le distribuiremo gratuitamente. Questo è uno dei modi con il quale vogliamo anche ringraziare quanti, in questi giorni, stanno decidendo di lasciare il proprio biglietto al Teatro, invece di richiedere il voucher che mettiamo a disposizione per gli spettacoli cancellati; per loro stiamo pensando anche a un Albo speciale che raccolga tutti i nomi di coloro i quali hanno scelto di sostenere il teatro. Penso che sia il momento di fare scelte dettate dal cuore, cercando di mettere in circolo quanta più energia positiva possibile".

L'altro bel gesto del Teatro di piazza Castello è online.



Con l'hashtag #operainsofa, ha messo sul suo canale youtube le prove generali degli spettacoli di opera lirica andati in scena nella stagione 2019-20, prima della sospensione a causa del coronavirus. Potete scegliere tra Nabucco, Carmen, L'italiana in Algeri, Madama Butterfly, La sonnambula.



Un regalo davvero bello e prezioso. Non sono particolarmente appassionata d'opera, grazie al Black Friday dell'anno scorso ho comprato un biglietto per la Carmen e sono stata davvero contenta di aver assistito allo spettacolo (mi sono ripromessa di ripetere l'esperienza); per questo penso che l'idea di mettere le opere andate in scena su youtube sia un bel modo di raggiungere un pubblico che magari non presta particolare attenzione all'opera, distratto da altre proposte. Ma adesso che ha tempo potrebbe scoprire nuove emozioni.



Nel weekend mi regalerò il Nabucco (Va' pensiero, sulle ali dorate, e riportaci questa Patria bella e perduta)


Commenti