I Musei Reali riaprono e lanciano una piattaforma di contenuti nel web

Hanno già riaperto le loro porte la Fondazione Sandretto Rebaudengo, CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia, la Palazzina di Caccia di Stupinigi, la Reggia di Venaria Reale, il 28 maggio le riaprirà Palazzo Madama, il 3 luglio Villa della Regina e Palazzo Carignano. Il 2 giugno toccherà a due degli alfieri della cultura torinese, il Museo Egizio e i Musei Reali. Questi ultimi presentano anche diverse novità, memori delle esperienze online durante la quarantena.

Musei Reali Torino Musei Reali Torino

Una delle più importanti è "il restauro 'a vista' dell'altare della Cappella della Sindone: dalle grandi finestre aperte nella recinzione del cantiere sarà possibile seguire passo dopo passo il lavoro dei restauratori del Consorzio San Luca, impegnati nella restituzione dell'opera progettata dall'ingegnere matematico Antonio Bertola tra il 1688 e il 1694 per accogliere la Santa Sindone" spiega il comunicato stampa. La seconda novità riguarda, come si diceva, il nuovo ruolo del digitale: durante la quarantena, i Musei Reali hanno prodotto numerosi video in cui i curatori, i restauratori e gli architetti hanno raccontato curiosità e progetti. Un'esperienza che non andrà perduta: èreale è la nuova piattaforma che, all'indirizzo ereale.beniculturali.it offrirà video, documentari e informazioni su nuovi progetti, restauri e mostre. Un bel modo per continuare a parlare al pubblico che si trova geograficamente distante e per incuriosire i potenziali visitatori dei Musei.

Musei Reali Torino

A lanciare la piattaforma, il video Nasce: è Reale. Il canale dei Musei Reali di Torino, "un breve musical realizzato nel vuoto e nel silenzio delle sale. Scritto e creato da Giorgio Ferrero, "è un esclusivo cortometraggio musicale cinematografico di tre minuti, in cui danzatori, acrobati, schermitrici e cantanti liriche vivono la magia di un viaggio all'interno dei musei, un sogno che prende vita durante la quarantena. I performer non possono toccarsi, ma il dialogo dei corpi e l'empatia tra le persone distanti è in grado di convergere in un unico inno alla bellezza e al calore umano".

Dal 2 giugno 2020, i Musei Reali riapriranno con l'orario di sempre: martedì-domenica ore 9-19, il biglietto sarà gratuito per gli under 18 e costerà 2 euro per la fascia d'età 18-25 anni; non è necessaria la prenotazione, il biglietto potrà essere acquistato online o in biglietteria. Le misure di sicurezza prevedono la misurazione della temperatura all'ingresso e l'uso obbligatorio della mascherina all'interno delle sale, saranno garantite le distanze di sicurezza di almeno due metri e anche per questo il percorso museale sarà solo in una direzione, debitamente segnalata, con ingresso e uscita separati (sull'app MRT ci sono la nuova mappa con tutte le indicazioni). L'app  MRT offrirà anche una sorta di guida ai Musei, con molte informazioni "come orari, tariffe, contatti e accessibilità", soprattutto permetterà di "esplorare le collezioni e ascoltare l'audioguida con 35 tracce in italiano, delle quali è sempre disponibile anche un'anteprima gratuita".

Dal 6 giugno, ogni sabato e domenica, riprenderanno anche le visite guidate degli Amici di Palazzo Reale e di Coopculture: gruppi di massimo 8 persone potranno visitare l'Appartamento dei Principi, al secondo piano di Palazzo Reale, con uscita sulla terrazza sulla manica dell'Armeria Reale, che ha affaccio sui Giardini Reali e sulla piazzetta Reale. Dalla seconda metà di giugno, sempre durante il fine settimana, visite guidate anche nell'Armeria Reale, nella Cappella della Sindone, nelle Cucine Reali e negli Appartamenti, con un calendario che, come al solito, potrete trovare sul sito dei MuseiReali.


Commenti