La ristrutturazione della Rinascente sulla Home Page di Archello

Sulla Home Page di Archello, uno dei siti internazionali d'architettura più apprezzati, c'è la ristrutturazione della Rinascente di via Lagrange, a Torino. Un progetto di architettura contemporanea torinese sulla prima pagina di un sito prestigioso fa sempre un po' impressione: siamo abituati a vedere la città come capitale del barocco e difficilmente pensiamo al ruolo che potrebbe avere nell'architettura contemporanea. Archello apprezza il progetto, inserito in una città "con una ricca storia architettonica". "Una città con ordine architettonico, una disposizione chiara e lineare degli assi e delle piazze stradali e archetipi architettonici come l'arco a tutto sesto - in effetti forse uno degli archetipi architettonici più chiari e permanenti della storia".

La Rinascente di via Lagrange

L'architetto Gianmatteo Romegialli, che si è occupato della facciata su via Lagrange, cita quest'archetipo nel suo lavoro: "La nuova facciata tripartita è composta da tre archi a tutto sesto che configurano chiaramente l'edificio. La chiave tuttavia è che il progetto rende astratto l'arco, capovolgendolo fino a trasformarlo in un simbolo grafico". E così la facciata, un tempo vetrata, cambia volto e si inserisce nell'architettura cittadina.

La Rinascente di via Lagrange La Rinascente di via Lagrange

Non è la prima volta che Archello si occupa della ristrutturazione della Rinascente, anche nel presentare il progetto di ristrutturazione, alcuni mesi fa, ha sottolineato come la facciata sia stata inserita in una città di grande passato architettonico, a chiudere la prospettiva di via Rossi di Montelera, "che ne accentua in modo determinante il ruolo nella città". Si trova infatti a chiudere lo sguardo verso est da piazzetta CLN, chiusa a ovest da Palazzo Perrone, dalla Stazione di Porta Nuova a sud e da Palazzo Reale a nord. Dunque, la necessità di una facciata a suo modo aulica, in grado di dialogare con tanta storia (non bisogna dimenticare che lo sguardo da piazzetta CLN è filtrato dall'architettura razionalista di Marcello Piacentini, che accompagna poi verso l'ultimo tratto meridionale di via Roma). Individuate anche le ispirazioni della facciata: "Con pregiati materiali lapidei di rivestimento di notevole fattura, di colore scuro nella parti basamentali e chiaro nelle parti alte, gli edifici di carattere razionalista realizzati sul Piano Piacentini esprimono un carattere di permanenza, classicità e austerità d'insieme, che ben si relaziona con l'asciutta generale eleganza della città. Nelle parti porticate di via Roma e piazza CNL destinate al commercio l a presenza di raffinati serramenti in bronzo contribuisce a conferire valore architettonico al comparto".

La facciata è rivestita di travertino, gli elementi metallici che la disegnano sono in alluminio verniciato in color ottone brunito. Tra la facciata e l'ingresso, una volta a botte, anch'essa in alluminio verniciato in color ottone brunito.


Commenti