Bottom up! al Fuori Salone online

Bottom Up! il Festival dell'Architettura che avrebbe dovuto accompagnarci per tutta la primavera, con 14 progetti realizzati dal basso, è uno dei protagonisti del Fuori Salone online. Su fuorisalone.it, nella sezione dedicata al FuorisaloneTV, trovate, tra le Serie, anche sedici video dedicati ai progetti del Festival (i progetti sono 14, di cui due milanesi, prima prova della relazione Torino-Milano che la presidente della Fondazione per l'Architettura Alessandra Siviero vuole stringere con Milano, considerando le due città come un'unica megalopoli). 


La durata è di pochi minuti, il tempo sufficiente per introdurre nel lavoro di ogni progetto e di illustrarlo, spiegandone genesi e obiettivi. Il ritmo veloce e le parole degli architetti raccontano il miglioramento della qualità della vita che propongono e, soprattutto, valorizzano il ruolo degli utenti, motore del cambiamento implicito. Se avete tempo, non perdeteli: li trovate tutti a questo link.

Questa la lista dei video:

Un festival di azioni. Intervista a Eleonora Gerbotto, direttore Fondazione per l'architettura / Torino
L'idea curatoriale del festival. Intervista a Maurizio Cilli e Stefano Mirti, curatori
Risorgimento Social Club. Riprogettazione degli spazi esterni del Circolo (pergola e campo da bocce) e valorizzazione della grande tettoia incompiuta.
Miraorti. Riqualificazione dal basso della più grande area torinese caratterizzata da usi illegali: gli orti abusivi a Mirafiori sud.
Cortile Mondo. La natura si fa scuola. Una proposta per ampliare le pratiche di didattica innovativa all'esterno dell’edificio scolastico, nel giardino
Ruota di scarto. Una cucina mobile in grado di recuperare, trasformare e distribuire le eccedenze della filiera alimentare.
Wall coming! Un nuovo spazio pubblico: un teatro all'interno del carcere minorile Ferrante Aporti di Torino.
Convi _ Insieme a Villaretto. Una nuova Casa del Quartiere, sede di incontro spontaneo e organizzato, di attività culturali, artistiche e associative come workshop, progetti ricreativi, letture e scambi di libri, gestita da attori locali.
Lo spazio di mezzo. Riattivazione di uno spazio vuoto e sottoutilizzato in via Medici 28 per dare vita a un nuovo luogo di scambio culturale sino-italiano.
Pietra Alta. Un progetto finalizzato a migliorare la connessione del Piccolo Cinema con il quartiere attraverso la co-progettazione di nuove attività.
Forno sociale S.P.I.G.A. La creazione di un forno comunitario in Barriera di Milano, a Torino, come risposta al desiderio degli artisti di vivere l'atto della panificazione come momento di integrazione.
Stiamo freschi! Un sistema di pergole inverdite per aumentare lo spazio ombreggiato all'aperto e favorire l’utilizzo nel periodo estivo della Casa del Quartiere di San Salvario, a Torino.
Hear me. Strumenti di diffusione sonora e altoparlanti realizzati attraverso iniziative di progettazione partecipata e autocostruzione per favorire l’inclusione sociale degli utenti psichiatrici.
Corti.lì _ Spazio e tempo per essere. Un progetto per trasformare due cortili in un luogo di connessione delle persone che li abitano, realizzando un hub a forte valenza comunitaria.
Tito3 per Piazze Aperte, Milano. Una proposta condivisa per trasformare i 550 mq della piazza in giardino, serra, aula studio, palestra, cinema, teatro, cucina, salotto, laboratorio e molto altro ancora.
Un'oasi per via Pacini per Piazze Aperte, Milano. Una proposta di ridisegno di via Pacini, un asse strategico per la città di Milano, valorizzando la sua vocazione pedonale.


Commenti