Un Aperi-Fuzion con Zio Pho, nuovo liquore dello chef Domenico Volgare

La quarantena è stata occasione di studio e di sperimentazione per lo chef Domenico Volgare, che dirige Fuzion Food, sushi-pizzeria del centro (via Volta 4/b), e che si è imposto sulla scena torinese con produzioni curiose, caratterizzate da uno studio attento degli ingredienti e da contaminazioni sorprendenti (tra tutti, il sushi al moscato d'Asti DOCG!). Qualche sera fa, ha presentato Zio Pho, la sua ultima invenzione, studiata durante l'isolamento, quando ha trasformato il suo locale in un laboratorio creativo e ha iniziato a lavorare a una linea di prodotti gourmet, che unisca la sua passione per le cucine asiatiche, le sue radici pugliesi e gli ingredienti del Piemonte.

Aperi-fuzion con Zio Pho Aperi-fuzion con Zio Pho

Zio Pho è un liquore nato da una sua intuizione, durante la preparazione dell'infuso di spezie per la Zuppa Pho: "E se da queste botaniche ricavassi anche un liquore?" si è detto. E si è messo subito al lavoro, con la collaborazione dell'amico distillatore Rocco Afferante di Essenza Garganica, che lo ha aiutato nella produzione, e dello studio di comunicazione visiva Truly Design, che ha preparato il packaging (le etichette delle bottiglie di Zio Pho sono tutte diverse, realizzate a mano).

Sono stata invitata alla presentazione di Zio Pho in una calda serata di fine giugno e la mia prima preoccupazione è stata: ma come può una ragazza astemia bere un liquore? Don't worry, Zio Pho è molto speziato, tra i suoi ingredienti, oltre all'alcol, ci sono anche anice, zenzero, liquirizia, semi di finocchio, e questo, insieme alla gradazione bassa, lo rende gradevole anche a chi non beve alcol. Alla serata di presentazione ci è stato offerto sia puro sia nel cocktail Rokko, con Aranciata Lurisia con arance del Gargano; gradevole, fresco ed estivo in entrambe le versioni.

Aperi-fuzion con Zio Pho Aperi-fuzion con Zio Pho

Per gustare Rokko, lo chef Domenico Volgare ha preparato un Aperi-Fuzion, con piatti di accompagnamento tra Estremo Oriente e Occidente, iniziando con Chips vietnamite, sfiziose, leggere e speziate, con gradevole tendenza piccante (vi copio la loro composizione, così come descritta dallo chef, per darvi un'idea: chips di tapioca miste con spezie vietnamite: peperoncino verde, lime vietnamita, pepe bianco e foglie di kaffir lime vietnamita, peperoncino rosso vietnamita e aglio).

Si sono poi succeduti gli assaggi di diverse pizze come le pizze fritte orientali, ovvero strisce di pasta della pizza fritte e servite con salsa al curry thai e crumbleed di arachidi thai tostati (alla fine è risultata essere la mia prediletta), la Vegan pizza, con spinaci rossi orientali al salto, melanzane thai grigliate, tofu scuro fresco, salsa Teriyaki alla Piemontese e semi di sesamo d'Ispica tostati; quindi la pizza Sonriso, che ha unito le diverse culture del mondo dello chef: l'impasto al riso venere Gli Aironi e con vellutata di zucchine trombetta, pomodoro costoluto, choy sum saltata alla pugliese con aglio nero, olive taggiasche, capperi di salina canditi e zest di yuzu; e, infine, la Bismarck Fuzion, una focaccia con impasto all'ortica, kjmchi di cetriolo barattiere Pugliese, crema di tuorlo al pepe di Sichuan, erba cipollina e finta mozzarella di bianco d'uovo.

Aperi-fuzion con Zio Pho Aperi-fuzion con Zio Pho

Tutte pizze originali, con abbinamenti di sapori e di culture sorprendenti, con una leggera tendenza al dolce o al piccante, e sempre capaci di far sentire la passione per le sperimentazioni del loro autore. Se leggete tutti gli ingredienti usati e come sono stati preparati, potete immaginare quanta ricerca e quanto lavoro, per arrivare a ognuna di queste pizze!

La serata si è conclusa con un dessert in linea con l'Aperi-Fuzion, un cremino di cioccolato con spezie, tendente al piccante. Zio Pho ha avuto un bel debutto, promette di essere il primo di una lunga serie di invenzioni di Domenico Volgare e, viste le premesse, conviene non perdere di vista questo chef, che si muove tra tanti mondi culturali. Intanto, se volete assaggiare il nuovo liquore, oltre che da Fuzion Food, lo trovate in vendita anche nel sito www.chefdomenicovolgare.it.


Commenti