Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Torino ottiene l'attestato Covidless, città sicura per i turisti

Torino ha ottenuto il riconoscimento di città senza covid-19, assegnato dal Covidless Approach&Trustè, un progetto realizzato grazie alla collaborazione del Dipartimento di Management dell'Università di Torino, con le principali associazioni di categoria e con il sostegno economico della Camera di Commercio di Torino. Le attività messe in campo, per reagire all'emergenza sanitaria causata dal covid-19 e per garantire una città sicura ai turisti e ai cittadini, sono state studiate fino a creare un punteggio e una classifica, che stabilisce la capacità di reazione "non dal lato del rispetto delle varie normative e DPCM, ma dal punto di vista della fruibilità turistica del territorio" spiega il comunicato stampa. "Il rating 'premia', infatti, le città o i territori più resilienti, ovvero in grado di stare al passo con le innovazioni e con la rivoluzione digitale e che usano tali strumenti per attutire gli impatti negativi legati a situazione inaspettate e impreviste, come l'emergenza covid-19".


Tra le iniziative di Torino, il protocollo Accoglienza Sicura-Safe Hospitality, firmato dalle associazioni di categoria e scritto con la collaborazione di consulenti ed esperti, con la supervisione del Professor Pierluigi Viale, del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna-Unità Operative Malattie Infettive Policlinicodi S. Orsola–Bologna. Torino a cielo aperto è invece la rassegna di eventi organizzati affinché torinesi e turisti possano vivere al città e riappropriarsi in piena sicurezza degli spazi pubblici nelle notti estive, si tratti di concerti, spettacoli, proiezioni cinematografiche.

Tutte iniziative e progetti che hanno permesso di dare a Torino l'attestato Covidless, che "significa soprattutto reagire in maniera innovativa e di sistema per far vivere con fiducia la città".


Commenti