Terra Madre Salone del Gusto 2020: sei mesi di eventi con Torino al centro

Anche per Terra Madre Salone del Gusto, come per molte altre manifestazioni, la pandemia da covid-19 è stata non un'occasione di crisi, ma un'opportunità per ripensare formula e obiettivi. Non più i cinque giorni d'autunno per portare a Torino delegati, coltivatori e produttori da tutto il mondo, ma ben sei mesi, per portare in tutto il mondo la filosofia di Slow Food, da Torino, che rimane centro e scopo di tutte le iniziative. 

Terra Madre Salone del Gusto 2020

Dall'8 ottobre 2020, fino ad aprile 2021, quando nel capoluogo piemontese si celebrerà il Congresso Internazionale di Slow Food, centinaia di eventi, intorno al pianeta e su Internet, racconteranno la nuova kermesse. Se tutto il mondo non può venire a Torino e in Piemonte per Terra Madre, allora porteremo Torino e il Piemonte in tutto il mondo" è del resto il nuovo slogan. Ci sarà anche una parte online: le Conferenze, i Food Talk, i forum della rete e tanti altri format innovativi ideati per questa edizione e riassunti dal tema Our Food, Our Planet, Our Future saranno a disposizione gratuitamente per tutti gli utenti della Rete sul sito di Terra Madre Salone del Gusto. 

Il via agli eventi e appuntamenti in presenza, da Torino: dall'8 al 12 ottobre 2020, cene, degustazioni, incontri e conferenze, un "antipasto agli oltre 200 eventi che nell'arco dei sei mesi di Terra Madre Salone del Gusto animeranno la regione e il capoluogo" racconta il comunicato stampa. "Si parte l’8 ottobre alle ore 9.30, alle OGR, dove si svolgerà il convegno inaugurale dal titolo Le sfide per ripartire: il modello Piemonte. Biodiversità, enogastronomia, accoglienza turistica: alla ricerca della sostenibilità buona pulita e giusta. L'11 ottobre, nella Nuvola Lavazza, è in calendario la conferenza dal titolo Sistemi territoriali per contrastare la povertà alimentare in tempo di Covid-19: uno sguardo al futuro, un'occasione per riflettere sulle lezioni impartite dalla crisi sanitaria della scorsa primavera e immaginare nuovi modelli con cui affrontare la povertà alimentare, innescando sistemi virtuosi di ridistribuzione di eccedenze e donazioni, di solidarietà, di prossimità e di emersione anche di altre forme della povertà" scrive ancora il comunicato stampa.

E poi le degustazioni: da Eataly Lingotto "sono in programma i primi quattro Appuntamenti a Tavola, le tradizionali cene organizzate nel quadro di Terra Madre e che vedono in cucina grandi chef, alcuni membri dell'Alleanza dei Cuochi Slow Food e altri stellati". Ancora da Eataly, "i primi Laboratori del Gusto, le classiche degustazioni di Terra Madre. Una novità importante: alle degustazioni di quest'anno, per la prima volta, si potrà partecipare anche a distanza, comodamente da casa propria, acquistando e ricevendo a casa i kit dei prodotti scelti. I kit degustazione sono prenotabili fino al 3 ottobre, mentre ci si può assicurare un posto a tavola per gli eventi in presenza fino al 7 ottobre. Bella anche la serie di appuntamenti dedicati al caffè e ospitati, ovviamente, alla Nuvola Lavazza". A completare la cinque giorni di kermesse in presenza, visite guidate nelle aziende dei Presìdi Slow Food, Mercati della Terra, proiezioni cinematografiche, concerti, degustazioni con i Maestri del Gusto di Torino e provincia, iniziative nei musei e tour enogastronomici con i consigli di Slow Food.

Ma non è solo Torino e il Piemonte. A ottobre, appuntamento a Bergamo, il 23 e 24, per un incontro tra le città italiane firmatarie del Milan Urban Food Policy Pact, "una preziosa occasione per confrontarsi su come nutrire le città senza intaccare tutte le risorse del pianeta"; a Napoli, dal 12 al 15 novembre, la prima edizione di Terramare, che inviterà a scoprire "e eccellenze di un territorio capace di esprimere al meglio sia i prodotti del mare sia quelli della terra: in programma incontri sul mondo dell’agroalimentare campano, una mostra-mercato con circa cento banchetti di legumi, pescato a miglio zero, grano e suoi derivati e tante eccellenze campane, tra cui i Presìdi Slow Food".

E, infine, l'ambizione mondiale: "Da Terra Madre Brasile, dal 17 al 22 novembre, all'Uganda, dove il prossimo 27 novembre è in programma Food Wise 2020, passando per Terra Madre Philippines, in tutto il mondo si discuterà di sovranità alimentare, di agricoltura rigenerativa per i suoli, di come combattere il cambiamento climatico, di educazione al cibo e sicurezza alimentare. Tutti temi per i quali Slow Food si impegna da oltre trent'anni."

Per tutti gli appuntamenti già programmati e per essere aggiornati su tutte le novità, il sito è www.terramadresalonedelgusto.com.


Commenti