A Palazzo Madama, le foto vincitrici del World Press Photo 2021

Se le restrizioni per evitare il contagio da covid-19 lo permetteranno, sarà il 7 maggio 2021 la data d'apertura della World Press Photo Exhibition 2021, che da cinque anni Palazzo Madama ospita per mostrare al pubblico le più belle foto dell'anno selezionate dal prestigioso premio con relativi vincitori. La foto premiata quest'anno, appena annunciata ad Amsterdam, arriva dal Brasile colpito dal coronavirus e porta con sé un messaggio carico di speranza e tenerezza: immortala l'abbraccio tra l'85enne Rosa Luzia Lunardi e l'infermiera Adriana Silva da Costa Souza, in una casa di cura di San Paolo del Brasile. Anche nel Paese sudamericano i contatti fisici tra gli anziani ospiti e il personale sanitario sono stati ridotti al minimo, ai familiari sono state vietate le visite, per evitare possibili contagi, ma nella casa di cura Viva Bem, dove il fotografo danese Mads Nissen ha scattato la foto vincitrice, è stata inventata la "tenda dell'abbraccio", che ha permesso di nuovo il contatto tra ospiti, parenti, operatori.

Palazzo Madama World Press Photo 2021

Una foto che pur nella disperazione che sta vivendo il Brasile, con oltre 7,7 milioni di persone contagiate e 195mila morti, suscita un sorriso e porta ottimismo; saranno sempre il cuore e la bellezza a salvarci. Tra le foto vincitrici del World Press Photo 2021, anche quelle del Reportage dell'italiano Antonio Faccilongo per Getty, intitolato Habibi (Amore mio): "Circa 4.200 palestinesi sono detenuti nelle carceri israeliane, alcuni dei quali con condanne da 20 anni o più: dal momento che le visite coniugali sono negate e il contatto fisico è vietato fin dai primi anni 2000, i detenuti palestinesi che desiderano avere figli contrabbandano il loro sperma fuori dalla prigione, nascondendolo, per esempio, nei regali agli altri figli. Habibi racconta proprio il coraggio e la perseveranza di queste persone sullo sfondo di uno dei conflitti più lunghi e complicati della storia moderna" spiega il comunicato stampa di Palazzo Madama.

È la prima volta che il World Press Photo Story of the Year 2021 viene assegnato a un fotografo italiano. Premi italiani anche per la sezione Storie – Notizie impreviste, vinto dal ravennate Lorenzo Tugnoli, che ha raccontato l'esplosione al porto di Beirut, il 4 agosto 2020, e per la sezione Serie di ritratti, andato al toscano Gabriele Galimberti, che ha realizzato per il National Geographic un reportage sulle armi da fuoco possedute da privati negli Stati Uniti d'America.

Le fotografie vincitrici saranno a Palazzo Madama dal 7 maggio fino alla fine di agosto.


Commenti