Incontri da non perdere, al Festival del Classico

Libertà e Schiavitù è il tema del Festival del Classico, a Torino dal 2 al 5 dicembre 2021, al Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, e in diverse altre sedi sparse per la città. Alla sua quarta edizione, la manifestazione, che usa il pensiero degli antichi per analizzare i fenomeni del presente, offrirà oltre 40 incontri "tra lezioni magistrali, letture, dialoghi, dispute dialettiche e seminari, per riflettere su antiche e nuove disuguaglianze, per mettere a confronto le libertà degli antichi e dei moderni, per dare voce ai classici" anticipa il comunicato stampa. Consideriamo la schiavitù una realtà del mondo antico, quando gli sconfitti diventavano schiavi dei vincitori, quando i padroni avevano potere di vita e di morte sui propri schiavi, avendo il potere di venderli al miglior offerente o di regalare loro la libertà. "La schiavitù nel mondo occidentale è sempre esistita? È ancora presente, al giorno d'oggi, sotto nuove forme? Qual è il risultato della globalizz

La Manica della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, colorato e accogliente

Un edificio degli anni '50, in corso Lione, trasformato in La Manica, un collegio universitario da 41 posti, a pochi passi dal Politecnico e a poca distanza dalle fermate dei bus che conducono verso le diversi sedi universitarie sparse in città. È la bella operazione appena completata dalla Fondazione Collegio Universitario Einaudi, che, spiega nel comunicato stampa, "è impegnata nel rinnovamento di tutte e cinque le proprie residenze e nel recupero di immobili di proprietà fino ad oggi adibiti ad altri usi, con l'obiettivo da una parte di adeguarle a esigenze e standard della vita contemporanea, dall'altra di ampliare il numero di posti di studio e contribuire così all'aumento di questo tipo di offerta da parte del Sistema Universitario Torinese".

Collegio Universitario La Manica Torino Collegio Universitario La Manica Torino

La ristrutturazione de La Manica è piuttosto interessante perché garantisce ai 41 studenti non solo spazi privati dotati di tutti i comfort, manche ampi luoghi di socializzazione. Realizzata su progetto di DAR Architettura, presenta camere, singole o doppie, dotate di bagni completi, armadi, scrivanie per studiare e un frigo per conservare i propri alimenti. Colpisce soprattutto l'uso del colore, che definisce gli spazi e le stesse camere, tutte pitturate di diversi colori, rendendole allegre, accoglienti e vivaci. Le camere sono tutte lungo il perimetro delle piante, in modo da avere ognuna una finestra per la luce naturale. All'interno sono state create ampie zone studio, con scrivanie, o luoghi per incontrarsi e conversare, con divani e poltroncine; anche qui i colori vivaci sanno di casa e di accoglienza, mentre le pareti trasparenti rendono i nuovi spazi leggeri, lasciando vedere i corridoi laterali, il ritmo delle porte, la vita che si svolge intorno. La cucina in comune segue la stessa logica di socializzazione, colore e accoglienza. È stato ristrutturato anche il cortile esterno, che offre adesso uno spazio verde in cui gli studenti possono studiare nella bella stagione e organizzare cene e aperitivi.

Collegio Universitario La Manica Torino Collegio Universitario La Manica Torino

Un progetto che si inserisce, si diceva, nel rinnovamento degli edifici della Fondazione Collegio Universitario Einaudi. Dopo La Manica, tocca al Collegio Sezione Mole Antonelliana, in via delle Rosine; attualmente in corso, la ristrutturazione sarà terminata ad agosto 2022: 148 posti per 5.500 mq di edificio. La Fondazione ha lanciato un crowdfunding per la riqualificazione di questo complesso, per coinvoglere sul progetto imprenditori, ex allievi, la rete degli amici del Collegio e "tutti coloro che credono che investire nel merito e nei giovani sia una leva fondamentale per contribuire a un profondo impatto di crescita e di miglioramento nella dimensione sociale, economica e culturale della società". L'obiettivo è garantire un posto d'accoglienza e di studio per gli studenti universitari, selezionati alla Fondazione in base al loro merito; un posto in cui trovino non solo la necessaria concentrazione per gli studi, ma anche "un percorso di formazione personalizzato e trasversale, integrato da attività di coaching e di tutoring".


Commenti